Trans morto a Ostia, si indaga per omicidio volontario

Trans morto a Ostia, si indaga per omicidio volontario

ROMA - Potrebbe esser identificato attraverso le impronte digitali il trans rinvenuto all'interno di un sacco nero della spazzatura, nei pressi di un canneto a poca distanza dal fiume Tevere, ad Ostia Antica. La Procura della Repubblica di Roma indaga per omicidio volontario e occultamento di cadavere. L'inchiesta è seguita anche dal pm Rodolfo Sabelli nell'ipotesi che la morte della sconosciuta possa avere un rapporto con quella di Brenda, la trans coinvolta nel caso Marrazzo.

 

La morte, infatti, potrebbe coincidere con quella di Brenda avvenuta il 20 novembre scorso nel suo appartamento di via Due Punti. Gli inquirenti, una volta identificata la vittima, potrebbero trovare altri collegamenti tra i due casi. In attesa dell'indagine medico-legale, si ipotizza anche che la vittima sia stata uccisa (o sia morta) in un luogo diverso e, poi, sia stata chiusa in un sacco di plastica dell'immondizia e gettata nel canneto di Ostia Antica.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -