Trasporti, lunedì sciopero di 24 ore per bus e treni

Trasporti, lunedì sciopero di 24 ore per bus e treni

Trasporti, lunedì sciopero di 24 ore per bus e treni

Sarà un lunedì da dimenticare quello del 7 luglio per chi deve spostarsi con il trasporto pubblico. E' stato confermato lo stop di 24 ore dei treni e dei bus che scatterà gia' domenica alle 21, mentre i dipendenti delle aziende di trasporto pubblico locale incroceranno le braccia per l'intera giornata del 7. Lo sciopero segue a quello di quattro ore del 9 maggio scorso. Al centro della protesta la vertenza per il nuovo contratto nazionale di lavoro della Mobilita'.

 

Lo sciopero, indetto dalle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa e Fast, si svolgera' nel settore ferroviario garantendo i treni regionali, nel rispetto delle fasce orarie previste dalla legge (dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21).

 

Anche in Emilia Romagna negli ultimi anni tutte le citta' hanno superato largamente i limiti delle emissioni inquinanti dell'area prevista dalla Direttiva UE in 35 giorni/anno e tutto il territorio regionale e' fortemente congestionato dalla circolazione di auto che determina un persistente quanto preoccupante inquinamento dell'aria: si stimano 2 milioni di spostamenti di persone al giorno, l'83% su mezzo proprio e il 17% su mezzi pubblici di cui il 6,7% su ferro e il 10,3% su autolinee.

 

"Anche nell'utilizzo giornaliero del servizio ferroviario regionale e non - registrano i sindacati -,  si riscontra  una cronica carenza  di personale  in tutte le attività che comporta un degrado nella qualita' ed affidabilita' dei treni stessi, ad esempio: in 6 mesi oltre 1400 vetture hanno viaggiato chiuse per mancanza di personale; mancato funzionamento dei climatizzatori per passeggeri e macchinisti; anomalie dirigenziali nel gestire  l'organizzazione delle biglietterie".

 

Inoltre da tempo il sindacato in Emilia Romagna chiede ai Direttori, agli Amministratori Delegati delle ex Aziende municipalizzate del trasporto pubblico locale, "di perseguire l'obiettivo di realizzare vere e proprie "imprese industriali della mobilita'" attraverso la sperimentazione di progetti operativi "sull'intero ciclo della mobilita' urbana" per rendere piu' appetibile l'uso dei mezzi pubblici di trasporto".

 

I sindacati chiedono anche "un impegno continuo nella gestione, l'aggiornamento delle stesse carte dei servizi, una piu' puntuale informazione sui servizi offerti e le coincidenze tra servizi diversi (bus-bus, bus-treno) nonche' modi nuovi nella pubblicizzazione delle tariffe, con particolare riferimento a quelle riservate ai pendolari ed ai soggetti sociali deboli o diversamente abili".

 

Con questi obiettivi gli oltre 5000 ferrovieri dell'Emilia Romagna e i 6000 addetti delle 9 Aziende Pubbliche di Trasporto Locale sono chiamati allo sciopero nazionale previsto per lunedi' 7 luglio 2008.

 

Lo sciopero in Emilia-Romagna sarà così articolato:

Bologna        dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 16.30 alle 19.30

Ferrara         dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 17.00 alle 20.00

Ravenna       dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 12.00 alle 15.00

Rimini           dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 13.00 alle 16.00

Modena         dalle 6.30 alle 8.30 e dalle 12.00 alle 16.00

Forlì - Cesena dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 13.00 alle 16.00

Reggio Emilia dalle 6.30 alle 9.00 e dalle 13.00 alle 15.30

Parma          dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 12.10 alle 14.40

Piacenza       dalle 7.00 alle 10.00 e dalle 12.00 alle 15.00

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -