Trasporto pubblico, 200mila viaggiatori in più a Forlì e Cesena

Trasporto pubblico, 200mila viaggiatori in più a Forlì e Cesena

Ai forlivesi piace il trasporto pubblico. Sono cresciuti infatti del 4% i passeggeri trasportati sugli autobus del servizio urbano durante il 2007: oltre 203mila i viaggiatori in più rispetto all’anno precedente, confermando il trend positivo degli ultimi 10 anni che, con il 2007, ha raggiunto un aumento complessivo del 74%. I ricavi nel 2007 sono di 1,5 milioni di euro con un incremento dell’11% rispetto al 2006, per un incremento totale del 101% negli ultimi 10 anni.


“Questo aumento – ha affermato il Presidente ATR, Adriano Marchi - è dovuto principalmente alle politiche di mobilità sostenibile messe in atto dalle Amministrazioni locali, alla politica di fidelizzazione della clientela impostata dall’Agenzia e alla semplificazione tariffaria adottata con il nuovo sistema di suddivisione del territorio a zone introdotto nel mese di giugno 2007.

Vediamo ora l’andamento dei viaggiatori suddivisi fra le diverse categorie. A fronte della riduzione del numero di passeggeri occasionali che viaggiano con biglietti singoli o in carnet (755.168), si registra un consistente aumento di coloro che preferiscono le varie forme di abbonamento (sono 3.575.925 i viaggiatori 2007 con abbonamento), certamente più convenienti se l’autobus è utilizzato con una certa frequenza. Degno di nota è che, nella ripartizione percentuale dei vari target, i titoli occasionali nel 2007 rappresentano solo il 15%, contro il 27% del 2006.


“L’analisi di questi dati – ha affermato Giulio Guerrini Direttore ATR - evidenzia anche il buon operato dei conducenti di linea rendendo efficace il controllo a vista del titolo di viaggio a chi sale sull’autobus, a fronte peraltro di un’evasione piuttosto bassa rispetto ad altri territori”. Rispetto al 2006, infatti, l’evasione tariffaria a Forlì è passata dal 2,92% al 2,8% su un totale di circa 20.000 passeggeri controllati”.


L’abbonamento annuale su cui l’entrata in vigore del nuovo sistema tariffario zonale ha inciso maggiormente è certamente lo Scuola Card, riservato agli studenti che ‘pesano’ sul totale dei viaggiatori del servizio urbano di Forlì per circa il 34%, con un totale di 1.883.775 viaggi effettuati nel 2007, registrando un incremento del 4% rispetto al 2006.


Sono invece 831.150 i lavoratori trasportati nel 2007 e i possessori di ‘job ticket’ aumentano dell’ 8% rispetto all’anno precedente, rappresentando il 14% del totale viaggi. Aumentano anche i viaggiatori che utilizzano abbonamenti ‘Senior’ per over 60 e ‘Speciali’ per pensionati al minimo e ai portatori di handicap, per un totale di 1.669.950 viaggi effettuati nel 2007 e un incremento del 4%.


Dato a se stante che non può essere confrontato con il passato, è il nuovo servizio Aerobus che collega la Stazione ferroviaria di Forlì all’Aeroporto Ridolfi. In soli 6 mesi di sperimentazione sono state trasportate circa 21.500 persone e un totale di incassi di circa 69.000 euro, arrivando a coprire quasi per intero i costi del servizio stesso.


Particolarmente interessanti sono i risultati relativi all’andamento dei passeggeri del servizio extraurbano, soprattutto alla luce dell’innovativo sistema tariffario a zone, che ha modificato i modi di calcolo passando da un sistema chilometrico ad un sistema basato al numero di zone attraversate.


Anche in presenza della possibilità di utilizzare lo stesso biglietto per muoversi nelle zone di destinazione o provenienza e l’eliminazione degli abbonamenti cumulativi, non ci sono state ripercussioni sulle quantità vendute. Anzi, i viaggi effettuati aumentano del 2% rispetto al 2006 e si mantengono stabili sopra la quota di 6 milioni, mentre gli incassi si attestano oltre i 3.512.000 euro con una variazione del 7%, confermando il trend positivo che dal 1998 al 2007 ha portato ad un incremento dei viaggi del 53% e degli incassi del 71%.


Contrariamente a quanto è avvenuto nel servizio urbano, qui il numero di viaggiatori occasionali (796.089) aumenta del 2% rispetto l’anno precedente, soprattutto grazie all’incremento dei biglietti venduti a bordo (+16%).


Fra le novità si segnala il nuovo ‘biglietto per gruppi’, che prevede sconti crescenti per compagini organizzate di persone che intendono muoversi in bus per effettuare gite o trasferimenti di gruppo. Sono circa 1.950 le persone che hanno approfittato dell’iniziativa con una prevalenza dei gruppi da 10 a 20 persone seguiti dai gruppi ancora più numerosi di 40 persone o più.

Gli studenti rappresentano il 51% del totale dei viaggi sulle linee extraurbane, con oltre 2 milioni di viaggiatori nel 2007 e una diminuzione apparente del 5%, dovuta al nuovo sistema tariffario a zone, che per alcune località del forese che prima utilizzavano un titolo di viaggio extraurbano (es. Villafranca, Carpena, ecc), ora possono utilizzare abbonamenti validi all’interno della zona di Forlì.


Lo Scuola Card valido per spostamenti entro i 20 chilometri è l’abbonamento più richiesto in ambito extraurbano. Su un totale di 12.026 abbonamenti venduti nel 2007, sono più di 8.000 quelli validi all’interno delle zone di Cesena, Forlì, Cesenatico e 2.258 quelli per 2 zone, gli altri 1.720 abbonamenti sono spalmati in modo decrescente sulle altre 6 zone.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -