Tre Giorni del Sangiovese, Predappio lancia la 'piavina'

Tre Giorni del Sangiovese, Predappio lancia la 'piavina'

PREDAPPIO - Dopo la giornata inaugurale di venerdì 3 settembre, la kermesse predappiese dedicata al Sangiovese prosegue per tutto il weekend con degustazioni, menù a tema e musica dal vivo.

 

Sabato 4 settembre, in piazza Garibaldi dalle ore 18 in poi, degustazioni di Sangiovese e prodotti tipici presentati da stands enogastronomici, affiancati da esposizioni di artigianato locale. Percorsi di avvicinamento al piacere del vino saranno presentati da sommelliers professionisti di A.I.S. Romagna e, alle ore 21, concerto di musica contemporary con il gruppo dei Faxtet , sottofondo ideale per un sabato sera di divertimento tra sapori e suoni di qualità.

 

Brindisi e musica anche domenica 5 settembre, sempre in piazza Garibaldi dalle ore 18 in poi. Ad aprire la giornata conclusiva della rassegna sarà un salotto letterario nel quale gli autori Fabio Gavelli e Marco Viroli presentano i loro volumi dedicati rispettivamente al Passatore e a Caterina Sforza, con Maurizio Ridolfi nei panni di moderatore. Proseguiranno quindi le degustazioni guidate dai sommelier di A.I.S. Romagna, dedicate questa volta al Sangiovese Superiore e Riserva. Il concerto finale della rassegna, alle ore 21, è con il gruppo jazz Giacomo Pini Ensemble . L'ingresso alla Tre Giorni è gratuito; ogni partecipante potrà acquistare un calice per degustazioni libere.

 

Tra le novità dell'edizione 2010 c'è anche la presentazione della "Piavina", originale invenzione sfornata a Predappio che viene presentata in anteprima in piazza Garibaldi sabato 4 settembre alle ore 17, alla presenza del sindaco, dell'ideatrice Barbara Lucchi, dei rappresentanti dell'Associazione per la Tutela e la Promozione del sangiovese di Predappio e dei Sommelliers. L'innovativo ingrediente aggiunto al tradizionale impasto della piadina è il vino rosso di Predappio: il binomio Sangiovese e piadina è figlio della creatività della titolare del ristorante enoteca "La Vecia Cantèna d'la Prè" (ex Ca de Sanzves) di Predappio Alta, Barbara Lucchi, che ha già provveduto a registrare ricetta e marchio della "Piavina d'la Prè".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -