Tremila firme contro la ricetta per la pillola del giorno dopo

Tremila firme contro la ricetta per la pillola del giorno dopo

Tremila firme contro la ricetta per la pillola del giorno dopo

"No alla ricetta medica per la pillola del giorno dopo". Gli studenti dell'associazione Luca Coscioni hanno raccolto oltre tremila firme che lunedì, cogliendo l'occasione della festa della donna, per consegnare al ministro della Salute Ferruccio Fazio i documenti per chiedere l'abolizione dell'obbligo della ricetta medica per la pillola del giorno dopo.

 

In mattinata si è svolto anche un sit-in a Lungotevere Ripa al quale hanno preso parte Annalisa Chirico (Segretaria Studenti Luca Coscioni), Rocco Berardo (Tesoriere Ass. Luca Coscioni) e Giulia Innocenzi (Presidente Studenti Luca Coscioni e conduttrice di Generazione Zero ad Annozero).

 

"Nonostante il tentativo truffaldino di confonderla con la pillola abortiva, si tratta di un contraccettivo di emergenza" ha spiegato la Chierico, "e in Francia è distribuito gratuitamente alle minorenni e in molti altri Paesi, tra cui la civilissima Gran Bretagna, in Belgio e in Spagna, è venduto come un normale farmaco da banco senza ricetta medica".

 

L'obiettivo degli studenti dell'associazione è anche quello di "ripristinare il diritto dei cittadini a conoscere, affinché la sessualità sia vissuta in maniera libera e responsabile".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -