Treni regionali più moderni e confortevoli sull'Adriatica: in servizio un nuovo Vivalto

Dopo la consegna dei primi due a maggio e di un terzo a giugno, sono ora quattro i nuovi Vivalto in servizio sull’asse della via Emilia, per un totale di circa 70 collegamenti a settimana

Treni regionali più moderni e confortevoli sulla linea Piacenza – Bologna – Rimini/Ancona. E’ entrato in servizio un nuovo Vivalto destinato ai pendolari dell’Emilia Romagna, ma anche ai tanti vacanzieri che in questi giorni sceglieranno il treno per raggiungere le località della Riviera Romagnola. Dopo la consegna dei primi due a maggio e di un terzo a giugno, sono ora quattro i nuovi Vivalto in servizio sull’asse della via Emilia, per un totale di circa 70 collegamenti a settimana. Altri quattro convogli si aggiungeranno entro la metà del 2017.

Complessivamente sono infatti otto i nuovi Vivalto per l’Emilia Romagna, acquistati da Trenitalia con un investimento di circa 57 milioni, di cui 10,6 contributo della Regione Emilia Romagna. Composti da carrozze a doppio piano, per un totale di 600 posti a sedere, i nuovi treni dispongono anche un ambiente multifunzionale per il trasporto di biciclette e bagagli ingombranti. A bordo monitor e impianti di diffusione sonora garantiscono un’informazione più puntuale, mentre pulsanti di allarme consentono ai passeggeri di comunicare via citofono con il personale di bordo in caso di emergenza.

Tutti gli otto convogli saranno prossimamente dotati del nuovo sistema di videosorveglianza live di Trenitalia: telecamere e monitor in grado di diffondere immagini in diretta, per un viaggio più sereno e come deterrente contro malintenzionati e vandali. Prosegue così il programma di miglioramento dei servizi regionali, sia attraverso il rinnovo della flotta e il potenziamento dell’offerta, sia con azioni mirate a garantire puntualità e affidabilità.

Nel primo semestre di quest’anno, in Emilia Romagna, il 93% dei treni pendolari di Trenitalia del mattino e il 91% di quelli del pomeriggio è arrivato a destinazione puntuale. Ma è soprattutto l’affidabilità che ha fatto registrare i miglioramenti più sensibili, con lo 0,8% di corse cancellate (di cui solo lo 0,5 % per cause ascrivibili a Trenitalia) contro l’1,6 dello scorso anno. Un dato che più di altri evidenzia come il rinnovo del parco treni sia fondamentale per garantire regolarità e affidabilità al servizio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -