Treviso, violenze e torture a 32enne disabile: quattro giostrai in manette

Treviso, violenze e torture a 32enne disabile: quattro giostrai in manette

TREVISO - Sono accusati di aver seviziato, torturato e violentato per due settimane un disabile psichico, un trentaduenne che vive con il fratello e il padre nel trevigiano, tutti e tre con problemi di alcolismo. I Carabinieri di Montebelluna hanno arrestato i responsabili. Si tratta di quattro giostrai, che con una banale scusa ha avvicinato l'uomo coinvolgendolo in lavori in un cantiere edile. Fatto ciò è scattato il folle piano. La vittima è stata segregata nello stabile in fase di ristrutturazione, subendo agghiaccianti e raccapriccianti violenze.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' stato grazie al fratello del 32enne, che si è confidato con un avvocato, che è venuta alla luce la terribile vicenda. Utili ai fini delle indagini sono stati 15 filmati che mostravano le violenze subite dall'uomo. Gli uomini dell'Arma, coordinati dal pm Valeria Sanzari, hanno individuato ed arrestati i responsabili con le accuse di violenza privata, violenza sessuale individuale, violenza di gruppo, sequestro di persona e lesioni personali gravi. Due arresti sono stati effettuati a Trevignano, uno a Ponzano e l'ultimo all'aeroporto Canova di Treviso dove uno dei bruti stava tentando la fuga.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -