Truffa con l'899, arresti anche nel riminese

Truffa con l'899, arresti anche nel riminese

Truffa con l'899, arresti anche nel riminese

RIMINI - Sono state interessate anche le province di Rimini e Cesena dall'inchiesta della Questura di Firenze su una truffa con prefissi come l'899. Diciotto gli arresti eseguiti, tra cui quello del presidente dell'Arezzo calcio, Piero Mancini, che ricopre un ruolo nella Flynet, concessionaria di servizi telefonici. Le accuse sono di associazione per delinquere, truffa informatica, installazione di apparecchiature per impedire comunicazioni telefoniche e riciclaggio.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attività investigativa, avviata in seguito alle denunce presentate dalle vittime delle truffe (tra cui anche riminesi che si sono visti recapitare bollette telefoniche gonfiate con i prefissi 899), ha messo in luce un giro d'affari quantificato in circa 10 milioni di euro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -