Tucker, il dramma delle vittime: ''Legato a un palo per sei ore''

Tucker, il dramma delle vittime: ''Legato a un palo per sei ore''

RIMINI - Nuova puntata del processo Tucker, il tubo ecologico che avrebbe garantito una sensibile riduzione dei consumi per chi ne avesse fatto uso. Otto persone, dirigenti dell’impresa gestita da Mirco Eusebi e dalla moglie Ivana Ferrara, sono accusate di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, mentre le rimanenti quarantacinque (venditori) per truffa semplice. Davanti al giudice i testimoni hanno raccontato le violenze subite da Eusebi in occasione delle convention.


C’è chi, come un ex tossicodipendente, era stato legato ad un palo per almeno sei ore, mentre una ragazza, che aveva subito da giovane un abuso sessuale dal padre, era stata stesa su un tavolo con qualcuno che mimava la violenza. Un testimone, invece, ha raccontato di esser stato costretto a portare una croce in spalla e ad essere schiaffeggiato dagli altri presenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le convention si svolgevano in un agriturismo isolato e duravano dai tre ai quattro giorni. Qui Eusebi avrebbe impartito insegnamenti presentandosi come un “santone”. Quindi in una chiesa sconsacrata venivano fatte rivivere ai dipendenti le loro esperienze traumatiche.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -