Tumore dell'utero, gli esperti si incontrano a Forlì

Tumore dell'utero, gli esperti si incontrano a Forlì

Una giornata per riflettere su presente e futuro della prevenzione dei tumori della cervice uterina. Mercoledì 17 novembre 2010, in sala Pieratelli (ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì), è in programma, dalle 14 alle 18, un seminario dedicato allo screening di queste neoplasie, con l'intervento di tutti i professionisti dell'Ausl di Forlì coinvolti nel programma e di alcuni esperti dell'assessorato alle politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna.

 

L'incontro è stato convocato anche per fare il punto sulla nuova organizzazione che, dal 1° maggio di quest'anno, l'Azienda forlivese si è data per effettuare questo genere di screening. Ora, infatti, il programma è gestito dalle ostetriche dei consultori, che si fanno carico di tutti i controlli previsti, e l'accesso è esclusivamente su invito. L'obiettivo è raggiungere il maggior numero possibile di popolazione target, attraverso un'operazione capillare di convocazione. In questi primi 7 mesi, non a caso, a fronte di 5.402 inviti spediti, si è registrata l'adesione di ben 3.130 pazienti, in crescita rispetto al passato. Tale percorso diagnostico è rivolto a donne sane e prive di sintomi dai 25 ai 64 anni, sottoposte, ogni 3 anni, a pap test. Per far fronte ai nuovi compiti, il Consultorio ha dovuto rivedere l'organizzazione complessiva delle proprie attività e, contemporaneamente, attuare un'opera di sensibilizzazione verso le pazienti circa l'importanza di rispettare gli appuntamenti fissati.

 

Nel corso del seminario, dal titolo "Lo Screening per la prevenzione dei tumori della cervice uterina. La situazione di oggi e l'ipotesi di scenari futuri", i vari professionisti interessati dal programma di screening interverranno per la parte di competenza. Dopo l'introduzione della dott.ssa Maria Grazia Stagni, direttore sanitario dell'Ausl di Forlì, prenderanno la parola, per la prima sessione di lavori, il dott. Fabio Falcini, direttore dell'U.O. di Prevenzione Oncologica, che presenterà il Registro Tumori di patologia, confrontando i dati di attività a livello regionale; la dott.ssa Miriam Mengozzi, del Consultorio Salute Donna, con un focus sul ruolo dell'ostetrica; e la dott.ssa Nancy Inostroza, direttore del Consultorio Salute Donna, che illustrerà la riorganizzazione del programma di screening in ambito territoriale.

 

A moderare gli interventi saranno il dott. Lucio Boattini, direttore del Distretto, e la dott.ssa Silvia Mambelli, direttore del Servizio Infermieristico e Tecnico. Nella seconda parte, sono previste le relazioni della dott.ssa Maria Grazia Pascucci e del dott. Carlo Naldoni, entrambi dell'assessorato alle politiche per la salute Regione Emilia-Romagna, nonché della dott.ssa Anna Maria Baldoni, direttore della Pediatria di Comunità, che spiegherà "Organizzazione e attività della vaccinazione nell'Ausl di Forlì". Modereranno questa sessione il dott. Luigi Serra, direttore dell'U.O. di Anatomia Patologica, e la dott.ssa Romana Bacchi, direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica, mentre le conclusioni verranno tirate dal dott. Corrado Fini, direttore del Dipartimento di Cure Primarie.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -