Turismo: Bortolazzi (Pdci), "rendere spiagge accessibili anche ai disabili"

Turismo: Bortolazzi (Pdci), "rendere spiagge accessibili anche ai disabili"

BOLOGNA - Donatella Bortolazzi (pdci) ha rivolto una interrogazione alla Giunta per sapere se si sono riscontrate negligenze delle autorità locali nel disattendere la legge 104/92 per il fatto che, in fase di rilascio o di rinnovo delle concessioni demaniali per gli impianti di balneazione, non si preveda che l'area in concessione consenta, nella prospettiva del suo utilizzo pubblico, la più ampia ed effettiva possibilità di accesso al mare delle persone con disabilità e se non ritenga di doversi attivare, nell'ambito e nel rispetto di quelle che sono le sue prerogative e possibilità, presso i comuni e le istituzioni litoranee affinché rispettino effettivamente i dettami della legge.

 

La Bortolazzi, al fine di raggiungere questo obiettivo, chiede alla Regione di stanziare risorse economiche da assegnare ai comuni, alle province ed alle istituzioni litoranee in generale, che consentano loro di dotarsi di strumenti sulla falsariga del bando emesso dalla Provincia di Rimini per supportare quei gestori che volessero rendere i loro stabilimenti balneari pienamente accessibili, sanzionando eventuali ulteriori negligenze e premiando con riconoscimenti e segnalazioni i lidi realmente fruibili dai cittadini disabili.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La consigliera, inoltre, chiede alla Giunta di adoperarsi per estendere all'intero territorio regionale l'opportunità offerta al cittadino o turista disabile dai progetti come "SpiaggialiberAtutti" e "BalneAbile", anche in considerazione della forte vocazione turistica della nostra regione e dell'elevato standard dei suoi servizi, e di rendere operativi fin dalla stagione balneare in corso i suggerimenti e le proposte arrivate dall'Assessorato alle Pari opportunità e Diritti dei cittadini del Comune di Ravenna, quantomeno per la parte relativa a quelli che sarebbero immediatamente applicabili come la realizzazione delle piazzole e la manutenzione degli stradelli che dalla strada attraverso la pineta conducono al mare. L'esponente dei comunisti italiani, infine, chiede di porre questo tema all'ordine del giorno della Conferenza Stato-Regioni per cercare di capire, anche con le autonomie locali, come si possa concertare (nel rispetto delle rispettive prerogative e deleghe) un intervento che permetta di avviare progetti sperimentali sui generis di "SpiaggialiberAtutti" e "BalneAbile" su tutto il territorio nazionale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -