TURISMO - Centri benessere, Emilia Romagna al quinto posto in Italia

TURISMO - Centri benessere, Emilia Romagna al quinto posto in Italia

Con oltre 21 mila istituti di bellezza, 4200 alberghi e agriturismi, 1400 piscine e palestre, circa 500 stabilimenti balneari e 2500 tra centri idrotermali e centri per il benessere fisico, il settore del benessere in Italia è in forte evoluzione e conta circa 56.000 addetti per 16 miliardi di € di volume d’affari.


L’Emilia Romagna è tra le regioni italiane al quinto posto per numero di strutture ricettive dedicate al benessere (beauty farm e hotel con centro benessere) con il 7.4% della quota nazionale.


AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) aderente a Confesercenti per prima ha evidenziato la mancanza di una legislazione specifica per il settore e, a livello nazionale, è stata promotrice di una proposta di legge per i centri benessere attualmente in esame alla Camera dei Deputati.


A livello regionale sono stati disciplinati con la L.R. 16/04 i centri benessere all’interno degli hotel e recentemente è stata approvata la L.R. 2/2008 su “L’esercizio delle pratiche ed attività bionaturali e esercizio delle attività dei centri benessere” (non allocati all'interno di strutture ricettive alberghiere come cita la legge); AICEB considera quindi positivo l’interesse della Regione Emilia-Romagna al settore, ma esprime un giudizio molto critico rispetto al metodo con cui è stata fatta questa seconda legge perché, da un lato, non è stata prevista la consultazione di tutte le associazioni interessate e dall’altro si regolamenta lo stesso settore con due leggi diverse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“ Sono contento – dichiara Gian Marco Rossi, Presidente AICEB e titolare di hotels con centri benessere – che anche a livello regionale si sia arrivati alla presa di coscienza del fatto che un settore come quello del benessere necessiti di regole per definire ruoli, requisiti professionali, strutturali e organizzativi, ma credo anche che non possano e non debbano coesistere leggi in contraddizione tra di loro sullo stesso argomento. Il centro benessere è tale sia dentro gli hotel che al di fuori degli hotel e la disciplina deve essere una soltanto per tutti. C’è bisogno di regole chiare ed omogenee sia per sostenere gli imprenditori, sia per la tutela del cittadino consumatore.”


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -