Turismo equestre, domanda e offerta in crescita nel parco nazionale Foreste casentinesi

Turismo equestre, domanda e offerta in crescita nel parco nazionale Foreste casentinesi

Turismo equestre, domanda e offerta in crescita nel parco nazionale Foreste casentinesi

FORLI' - Il direttore del Parco nazionale - Giorgio Boscagli - ha incontrato martedì mattina gli operatori nel campo del turismo equestre nell'area protetta. E' emerso con forza la volontà di essere coinvolti nella progettazione-programmazione dell'ippovia "Foreste sacre", percorso sviluppato in collaborazione con il Coordinamento territoriale per l'ambiente del Corpo forestale dello Stato, collaudato attraverso un'escursione-test con Legambiente nazionale e l'Ente nazionale guide equestri ambientali. 

 

Boscagli ha chiarito che l'attuale protocollo di collaborazione con l'associazione E.n.g.e.a. non costituisce una esclusività e che tutti i contributi provenienti dagli operatori sul territorio sono senz'altro i benvenuti, ma che essi devono essere incanalati in un percorso di lavoro condiviso.

 

Il direttore del Parco ha invitato i rappresentanti delle imprese equituristiche a costituirsi in una associazione o una organizzazione con la quale il Parco possa interfacciarsi avendo un unico interlocutore-portavoce. I "soggetti privati sciolti", nel momento in cui si sviluppa il progetto, rischierebbero di rappresentare solo il loro interesse personale e questo renderebbe estremamente difficile il raccordo delle esigenze.

 

Boscagli ha garantito il massimo impegno dell'Ente nel coinvolgere i portavoce della futura organizzazione quale gruppo di consultazione nello sviluppo dell'elaborazione del progetto. Ha quindi chiesto che questa, non appena costituita, predisponga un documento dal quale emerga chiaramente il quadro delle esigenze, possibilmente individuando delle priorità.

 

Successivamente alla presentazione del documento verrà programmato un incontro con i responsabili dei servizi afferenti dell'Ente ("Promozione" e "Pianificazione") per discutere i contenuti del progetto e definire il percorso di lavoro: prima sul piano progettuale-tecnico (Pianificazione), poi su quello della promozione dell'iniziativa (Promozione).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -