Turismo, il mercato italiano si consolida all'estero

Turismo, il mercato italiano si consolida all'estero

L'incremento del 6,6% della spesa degli ospiti stranieri in Italia nel periodo gennaio-ottobre 2006, con un introito di 27.456 milioni di euro, secondo le ultime rilevazioni dell'Uic-Banca d'Italia, è confermato dalle indicazioni provenienti dai più importanti mercati internazionali dove l'ENIT-Agenzia è presente con i suoi uffici.


Le valutazioni più positive per il 2007 provengono dal mercato nord americano dove, nonostante il cambio sfavorevole, è previsto un indice di gradimento in ascesa oltre che per le tradizionali città d'arte anche per le Regioni Abruzzo ed Emilia Romagna e una crescita del "fly and cruise" (oltre 7 milioni di passeggeri dovrebbero sbarcare nei porti italiani); dal Regno Unito dove l'Italia appare sempre al top nelle indagini e nei premi giornalistici.


In Germania, secondo la Bundesbank, la spesa totale per i viaggi all'estero dei tedeschi, nel periodo gennaio-settembre del 2006, è stata di 47.850 milioni di euro (+3,7% rispetto all'analogo periodo del 2005). Di questa cifra, circa 5 miliardi di euro sono stati spesi in Italia, con un aumento del 13,3% che fa ben sperare per il consolidamento della ripresa del bacino di utenza più consistente per il nostro Paese.


"Per l'inizio della prossima stagione estiva la nuova Agenzia ENIT sarà in piena azione e in molti paesi il messaggio Italia sarà un forte elemento di stimolo a confermare piena fiducia nella nostra industria turistica."

Lo ha affermato il Presidente dell'Agenzia Nazionale del Turismo, Umberto Paolucci, durante il Forum programmatico della sede e della rete estera che ha visto partecipare il Direttore Generale dell'Ente, Eugenio Magnani e i Delegati delle sedi estere con la dirigenza centrale.


Le maggiori soddisfazioni dovrebbero arrivare dal mercato russo che ha registrato un trend in ascesa dei viaggi all'estero nel 2006 del 38,2%, con un'ulteriore previsione di crescita del 20% per il 2007. Gli ospiti francesi hanno speso in Italia nel periodo gennaio-ottobre 2.485 milioni di euro con un incremento del 7% rispetto allo stesso periodo del 2006.

In tenuta gli arrivi dal Giappone anche a causa del rapporto svantaggioso euro-yen.


Nel corso dell'incontro con i Delegati, Paolucci ha rilevato che l'Agenzia ha impostato con le varie componenti del suo CdA una programmazione aperta, concertata, alla quale concorrono con le loro proposte sia le Regioni che le varie Categorie rappresentative di tutti i settori di un comparto trasversale come quello del turismo.


Nella quinta riunione di ieri del CdA - ha informato Paolucci - sono state poste le basi per la definizione delle Linee strategiche dell'Agenzia per il 2007, rimodulate sulla base dei nuovi stanziamenti previsti dalla Finanziaria per l'Agenzia, mirate al raggiungimento di una più incisiva penetrazione sul mercato mondiale dei viaggi. Cercheremo di modificare la visibilità dell'Italia con strumenti nuovi, come i blog, i motori di ricerca, sui quali faremo in maniera di essere identificati, creeremo fenomeni virali positivi, come insegna il mondo di internet e della comunicazione globale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proseguiremo a ritmo serrato le riunioni dei tavoli di lavoro, ha continuato Paolucci, per la definizione dello Statuto e del Regolamento di Organizzazione. Già dalla prossima riunione del Consiglio, programmata per il 15 febbraio prossimo, potrà scaturire un documento condiviso e partecipato da tutti gli attori del turismo, che ridisegnerà la mappa dell'Agenzia e dei suoi uffici all'estero.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -