Uccide disabile per divertirsi. In manette 21enne del sassarese

Uccide disabile per divertirsi. In manette 21enne del sassarese

Uccide disabile per divertirsi. In manette 21enne del sassarese

Apparentemente, Giovanni Andrea Satta, disabile 60enne di Porto Torres, era morto a causa delle ferite, dopo essere caduto da una rampa per il carico e scarico delle merci. Ma c'era qualcuno a spingerlo. Il 21enne di Sorso (Sassari), Alfio Quan Annibale Lombardo, è stato arrestato dai Carabinieri con l'accusa di omicidio volontario. Lo avrebbe fatto per divertirsi, dopo avere bevuto troppo. Un gioco quello di spingere la carrozzella dalla rampa priva di protezione.

 

La tragedia è avvenuta la notte del 9 aprile 2009, nel centro di Riviera di Sorso, vicino ad un night. Dopo la caduta, Satta finì in coma, per poi morire il 21 giugno. Inizialmente si era pensato ad una caduta accidentale e l'amministratore del centro commerciale era stato denunciato per omicidio colposo, non avendo osservato le norme in materia di sicurezza. Poi le indagini sono continuate, con gli interrogatori dei testimoni e si è arrivati a Lombardo.

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -