Uccisa e gettata nel lago d'Iseo, confessa il marito

Uccisa e gettata nel lago d'Iseo, confessa il marito

Un'immagine del lago d'Iseo, tratta dal web

BRESCIA - Ha confessato il marito di Agnese Schioppetti, la donna di 27 anni il cui cadavere è stato trovata nel lago d'Iseo domenica mattina. Davide Sobacchi, dopo un lunghissimo interrogatorio davanti al pm Claudio Moregola e dopo una serie di bugie, ha cominciato a cadere in contraddizione e alla fine ha confessato di essere stato il responsabile dell'omicidio. A far scattare la furia omicida potrebbe essere stato il proposito di divorziare manifestato dalla moglie.

 

Secondo una prima ricostruzione, tutta da confermare attraverso le indagini, l'uomo avrebbe strangolato la moglie e poi ne avrebbe gettato il cadavere nel Lago d'Iseo. A denunciare la scomparsa della donna era stato lo stesso marito che aveva dichiarato alle forze dell'ordine: "Mi sono svegliato e non l'ho trovata in casa. Ho pensato che forse poteva essere andata via".

 

Una tesi che evidentemente non ha convinto gli inquirenti, i quali dopo poche ore hanno fermato l'uomo. Sobacchi, originario di Rho (nel Milanese), lavorava come cuoco in un ristorante della Franciacorta. Lo stesso locale in cui lavorava anche la moglie fino all'arrivo della gravidanza che ha dato alla luce il figlio della coppia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -