Ultras violenti, Veltroni attacca il Governo: ''Segnale negativo''

Ultras violenti, Veltroni attacca il Governo: ''Segnale negativo''

Ultras violenti, Veltroni attacca il Governo: ''Segnale negativo''

Affondo di Walter Veltroni contro la decisione dei giudici di rimettere in libertà gli ultras del Napoli responsabili dei gravi incidenti di domenica prima e dopo il match Roma-Napoli. Il leader del Pd ha definito la "scarcerazione dei teppisti" "un fatto gravissimo". "Il segnale che si lancia - ha proseguito - è pesantemente negativo. Evidentemente dagli atti del governo si evince una morale: duri con quelli che non votano come gli immigrati e deboli con quelli che votano".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Così i teppisti, che usano il calcio come pretesto per le loro bravate, per aggredire e seminare paura tra i cittadini, anche quando sono identificati e presi restano dentro per poche ore - ha continuato Veltroni -. Questa certezza di impunità non fa altro che perpetuare e coprire il loro agire".

Sulla questione è intervenuto a Radio 24 anche il sottosegretario all'interno Alfredo Mantovano, sottolineando che quanto accaduto ha messo in luce "le falle del sistema sia in ambito di prevenzione che a livello sanzionatorio". Secondo Mantovano "c'è stata qualche anomalia". "Le norme sono chiare - ha evidenziato - e vanno applicate con coerenza e rigore". Per il sottosegretario gli individui arrestati, in base alle leggi vigenti, "meritavano di stare in carcere".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -