Un anno dalla crisi, Napolitano (Cna): "Non si scende più, la caduta è terminata"

Un anno dalla crisi, Napolitano (Cna): "Non si scende più, la caduta è terminata"

Un anno dalla crisi, Napolitano (Cna): "Non si scende più, la caduta è terminata"

"E' decisamente prematuro parlare di ripresa - ad un anno dalla crisi esordisce così il direttore di Cna Forlì-Cesena, Franco Napolitano - la caduta è, per certi versi, terminata, non si scende più, c'è una controtendenza rispetto a qualche settimana fa. Ora si tratta di capire i tempi di risalita, ovvero del recupero parziale di capacità di fatturato delle imprese". Dalle prime avvisaglie del settembre 2008 "fino a tutto febbraio 2009 si è lavorato con ordinativi che erano già in casa".

 

La crisi si muove per trascinamento, dunque, sia sugli ordini che, soprattutto, sull'occupazione: "Ci attendiamo tensioni, fino alla prossima primavera, su questo fronte - afferma Napolitano - perchè gli effetti del trascinamento li abbiamo ora. Visto il legame stretto che sul nostro territorio sussiste tra proprietà e lavoratori dipendenti, le imprese hanno cercato di mantenere l'occupazione, almeno fino a prima delle ferie estive, evitando scelte drastiche. La piccola e media impresa ha tenuto. Ora possiamo parlare di una stabilizzazione propedeutica alla ripresa, con l'incognita tempo".

 

Cna, a livello provinciale, elabora 14mila buste paga al mese. Al 31 marzo 2009, le richieste di utilizzo degli ammortizzatori sociali erano pari circa al 10%. "Fortunatamente - sottolinea il direttore, non sono state utilizzate tutte".

 

"Questa crisi ha caratteristiche tutte sue - continua Napolitano - prima di tutto la repentinità assoluta ed il coinvolgimento di tutti: ha colpito aziende che funzionavano ed aziende che non funzionavano. Il nostro territorio, pur vivendo una crisi importante, ha subito un po' meno di altre realtà, sia per la caratterizzazione economica diffusa, sia per la tenuta dell'agroalimentare, soprattutto nel cesenate".

 

Chiara Fabbri

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -