Un cittadino su quattro in Italia sarà uno straniero: boom di anziani

Il numero di stranieri presenti in Italia sarà triplicato nel 2065. Lo annuncia l'Istat. I cittadini immigrati che vivranno nel nostro paese passeranno dagli attuali 4,6 milioni a 14,1 milioni nel 2065

Il numero di stranieri presenti in Italia sarà triplicato nel 2065. Lo annuncia l'Istat. I cittadini immigrati che vivranno nel nostro paese passeranno dagli attuali 4,6 milioni a 14,1 milioni nel 2065, con una forbice compresa tra i 12,6 e i 15,5 milioni. Insomma non è detto che possano essere anche di più. In pratica un cittadino su quattro in Italia avrà origine straniera.

Accanto a questo c'è da notare che saremo anche un paese più "vecchio", con un incremento dell'età media che dai 43,5 anni registrati nel 2011 salirà fino ad un massimo di 49,8 anni nel 2059. C'è di più: gli ultra 65enni, che oggi rappresentano 20,3% della popolazione, nella fotografia del futuro scattata dall'Istat, saranno ben il 32% nel 2043.

Diminuirà anche la forza lavoro, dato inevitabile di fronte ad un così accentuano invecchiamento della popolazione. La popolazione in età lavorativa, cioè quella compresa tra i 15 ed i 64 anni, passerà dall'attuale 65,7% al 62,8% nel 2026 e arriverà addirittura a scendere fino al 54,3% nel 2056.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -