Un kg di pane ad un euro, ricorso dei panificatori: ''Accordo illegale''

Un kg di pane ad un euro, ricorso dei panificatori: ''Accordo illegale''

Dopo la positiva iniziativa di offrire ai consumatori dell’Emilia-Romagna un chilo di pane ad un euro nei punti vendita Conad e Coop, arriva il momento delle polemiche. A scatenarle sono i panificatori della regione, che hanno presentato un ricorso all’Antitrust per chiedere "un pronunciamento sulla legittimità dell'iniziativa" che secondo loro ha tutto l’aspetto di voler “definire artificiosamente i prezzi” senza tenere conto del “confronto tra domanda ed offerta".


Lo annuncia una nota dei Panificatori artigiani della Provincia di Bologna che hanno discusso, due giorni fa in assemblea, dell'accordo sul pane a un euro al chilo. Un accordo che gli e' andato di traverso. Gli operatori del settore, che contano nella sola provincia di Bologna oltre 1.600 soggetti tra titolari, collaboratori, soci e dipendenti delle aziende, esprimono infatti "tutto il loro dissenso verso un'iniziativa commerciale dalla quale traggono vantaggio solo alcune aziende a scapito di altre micro-aziende artigiane che, proprio per la loro struttura logistica, sono impossibilitate ad attuare tali strategie commerciali con offerte a prezzo di richiamo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il protocollo Regione-Coop-Conad, inoltre, ha come "risultato finale e sostanziale un accordo tra alcune aziende sulla definizione di un prezzo per un determinato prodotto in modo da falsare palesemente la libera concorrenza del mercato e la dinamica dei prezzi", aggiungono i panificatori bolognesi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -