Un minore su quattro in Italia è a rischio povertà

Un minore su quattro in Italia è a rischio povertà

Un minore su quattro in Italia è a rischio povertà

Un minore su quattro in Italia è a rischio povertà. Lo rivela il 4° Rapporto su 'I diritti dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia', dossier sulla condizione dei minori nel nostro Paese e sul grado di rispetto della Convenzione Onu sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza (Crc). Lo studio, coordinato da "Save the Children" Italia, rivela anche come esistano ancora casi di sfruttamento e abuso, quali lavoro minorile, prostituzione e pedo-pornografia on line.

 

I bambini e gli adolescenti residenti in Italia al primo gennaio 2007 erano 10.089.141, di cui 666.393 di origine straniera. La maggioranza è di sesso maschile ed è residente nel Nord Italia. Secondo il rapporto, la quota di minori a rischio povertà, sale dal 24% al 35% se si considerano i minori che vivono in famiglie numerose. Il dato arriva addirittura al 40% nel caso di minori che vivono in famiglie monoparentali.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dato allarmante, poi, il fatto che la quota di famiglie povere nel Mezzogiorno è di cinque volte superiore a quella del resto del Paese. Il rapporto rivela anche che sono circa 900.000 i giovani che abbandonano prematuramente gli studi, ovvero il 20,6% della popolazione tra i 18 e i 24 anni, con un'incidenza nella componente maschile maggiore di quella femminile (rispettivamente il 23,9% e il 17,1%).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -