Unabomber, l'ingegnere sempre più alle strette

Unabomber, l'ingegnere sempre più alle strette

TRIESTE – Sarebbe proprio la forbice di Elvo Zornitta quella che ha tagliato un lato del lamierino di ottone trovato in una trappola esplosiva recuperata intatta il 2 aprile 2004 nell' inginocchiatoio della chiesa di Sant' Agnese di Portogruaro (Venezia) e attribuita a Unabomber.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’oggetto era stato sequestrato a Zornitta il 24 marzo 2006. A rivelarlo sono Pietro Benedetti, ex direttore del Banco di prova nazionale delle armi di Gardone Val Trompia (Brescia), e Carlo J. Rosati, direttore del "Firearm and toolmarks examiner" dell' Fbi di Quantico (Virginia) al termine della perizia depositata a Trieste.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -