Unità d'Italia, Faenza: l'appello del sindaco a esporre il tricolore

Unità d'Italia, Faenza: l'appello del sindaco a esporre il tricolore

Giovedì 17 marzo 2011, in occasione del 150° anniversario della proclamazione dell'Unità d'Italia, l'Amministrazione comunale ha, come noto, convocato una seduta solenne del Consiglio comunale (alle ore 16.30, nella sala consiliare "Enrico De Giovanni", preceduta alle 15.30 da una visita guidata al Museo del Risorgimento, presso Palazzo Laderchi, in corso Garibaldi, 2). Per tale occasione, il sindaco Giovanni Malpezzi ha diffuso la seguente dichiarazione.

 

"La ricorrenza dei 150 anni dell'Unità d'Italia, oltre ad essere una bella occasione per celebrazioni e festeggiamenti, costituisce soprattutto una grande opportunità di conoscenza e di riflessione per tutti sul nostro Paese, sugli aspetti ancora instabili del processo unitario nazionale, così come sul nostro futuro, ovvero sul destino del nostro popolo e sulle prospettive di costruzione di uno Stato confederale europeo, nel solco dell'intuizione dei padri fondatori della attuale Unione Europea, tra i quali mi piace ricordare Alcide De Gasperi e Altiero Spinelli e, prima di loro, Giuseppe Mazzini e Carlo Cattaneo."

"Ripercorrere le vicende dell'Italia nella sua unitarietà e interezza, a partire anche dagli anni lontani e precedenti il 17 marzo 1861, quali quelli dell'idea d'Italia e della lotta risorgimentale per l'indipendenza e per l'unità del Paese, così come quelli seguenti della costruzione dello Stato e della sua distorsione nazionalistica e autoritaria con la dittatura fascista, della guerra di liberazione e della resistenza, della fondazione della Repubblica, della approvazione della Costituzione e della nascita dell'Unione Europea, fino ai nostri giorni, è un'azione importante, anzi indispensabile, per far crescere l'identità nazionale, rinsaldare i suoi ideali e valori costitutivi e contribuire a realizzare un nuovo umanesimo, soprattutto per le giovani generazioni."

"Invito pertanto tutti i faentini ad esporre dalle loro finestre, sui loro balconi, nei negozi e nelle sedi di ritrovi, circoli, associazioni e imprese la bandiera italiana. Il 17 marzo esponiamo il tricolore!"

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -