Valle del Tramazzo, "rafforzare il legame fra imprese e territorio"

Valle del Tramazzo, "rafforzare il legame fra imprese e territorio"

La seconda edizione di Essere in Impresa è stata realizzata anche nell'area del Tramazzo Marzeno, con il coinvolgimento di alcune delle aziende operanti nell'area, pronte ad aprire le porte dei propri laboratori ai primi cittadini. Il sindaco di Tredozio, Pier Luigi Marchi, insieme a Patrizia Salmoiraghi di Confartigianato, ha visitato la Facit Srl, una delle principali aziende tredoziesi e una realtà affermata nel panorama della produzione di scarpe di alta moda. Il comune ha una ricca tradizione dell'artigianato calzaturiero, negli anni settanta e ottanta era, infatti, sede della ditta Romagnoli che occupava duecento dipendenti, rappresentando un distretto di rilievo nel panorama italiano. A seguito della chiusura diversi impiegati hanno dato vita a piccole attività imprenditoriali di giunteria conto terzi, lavorando coi grandi nomi della moda come Fendi, Prada e Gucci.

 

Spiega Claudio Abazzi, socio amministratore di Facit, "l'elevata qualità della manodopera locale ha fatto sì che, nel 2006, lo stilista londinese Rupert Joseph Sanderson acquisisse l'80% della società Facit Srl trasferendo qui parte della sua produzione, incrementando così anche l'attività di altre realtà locali che collaboravano alla realizzazione dei prodotti, come, per esempio il tomaificio Ciani e Valbonesi snc." Grazie agli ottimi risultati ottenuti nel corso dei primi due anni di collaborazione, nel 2008 Facit Srl, Ciani e Valbonesi snc, Claudio Abazzi e Paolo Ciani hanno costituito la società T.C.F. Srl dedita esclusivamente al taglio di modelli. Durante l'incontro Abazzi ha espresso soddisfazione per i risultati ottenuti nel corso di questi anni: nel prossimo autunno collaboreranno con altre firme importanti "Oscar Della Renta", "Filosofi (Alberta Ferretti)" e "Agna" stimando un aumento nella produttività del 15%, con buone opportunità di incrementare il numero di assunzioni.


L'imprenditore ha spiegato che per poter essere realmente competitivi in termini di qualità è necessario che gli addetti siano costantemente formati anche attraverso corsi di specializzazione, per questo ha chiesto la collaborazione dell'amministrazione comunale per favorire la realizzazione di corsi specifici. Il sindaco ringraziando l'azienda, fiore all'occhiello per l'economia del paese, ha dato disponibilità per valutare, assieme all'amministrazione provinciale, la creazione di corsi mirati per rispondere alle esigenze di manodopera altamente specializzata.


Il sindaco di Modigliana, Claudio Samorì, è stato accompagnato da Giuseppe Mercatali responsabile del mandamento e dal presidente del comitato zonale Roberto Biondi a visitare la tipolitografia Fabbri Snc e la cooperativa sociale Kara Bobowski Srl, tra i numerosi spunti emersi la necessità di contrastare il lavoro nero, piaga di tutti settori dell'artigianato e l'importanza di rafforzare il legame tra le imprese e il territorio valutando modalità che privilegino le aziende locali negli appalti e nei lavori pubblici di competenza comunale.


L'area ha, negli anni, subito un forte spopolamento, legato anche a chiusure eccellenti di realtà aziendali, per gli imprenditori occorre un progetto ad ampio raggio territoriale che attiri gli investimenti nell'area, frutto di un'attenta pianificazione e di una collaborazione tra i comuni.


La presenza di una cooperativa sociale tra le imprese coinvolte nell'iniziativa ha consentito a Mercatali di ribadire l'impegno di Confartigianato nel promuovere attività che riportino al centro della pianificazione delle amministrazioni la persona, l'artigiano infatti non è solo un soggetto economico, ma un individuo che vive e ha un forte legame con il territorio in cui ha sede l'attività produttiva e alle cui esigenze familiari e personali è necessario porre massima attenzione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -