Valmarecchia, allarme di Marchioni (Pd): "Insegnanti senza terra"

Valmarecchia, allarme di Marchioni (Pd): "Insegnanti senza terra"

Valmarecchia, allarme di Marchioni (Pd): "Insegnanti senza terra"

Non possono più insegnare nelle scuole dei sette comuni della Valmarecchia, che ora sono competenza delle amministrazioni scolastiche di Rimini, mentre loro invece, come insegnanti precari, sono rimasti in graduatoria sotto la provincia di Pesaro. E nello stesso tempo, parecchi di questi circa centonovanta insegnanti rischiano di non avere contratti con le scuole pesaresi. E' la denuncia del deputato riminese Elisa Marchioni. 
"Ciò che accade è uno dei nodi da sciogliere nelle regole burocratiche nelle quali si "inciampa" con il passaggio dei comuni nella provincia di Rimini - spiega -; un problema che potrebbe farsi sentire per la durata del prossimo anno scolastico. A rischio anche la continuità didattica: ad esempio, all'Einaudi di Novafeltria il personale precario è oltre il 60%, gli studenti si potrebbero trovare a settembre con più della metà di nuovo professori".


La deputata riminese Elisa Marchioni ha portato questo problema all'attenzione del ministro dell'Istruzione Gelmini attraverso una interrogazione parlamentare, chiedendo al ministro di intervenire in modo tempestivo senza scaricarlo sugli Uffici scolastici locali "sia per salvaguardare il diritto al lavoro di questi precari che hanno insegnato nelle scuole di ogni ordine e grado nei sette comuni passati in provincia di Rimini, sia per tutelare la continuità didattica scolastica, valutando con l'apporto degli Uffici scolastici provinciali e regionali, di trovare una soluzione transitoria per l'anno scolastico 2010-11, in attesa dell'aggiornamento delle graduatorie, previsto per l' anno scolastico 2011/2012". L'aggiornamento delle graduatorie risolverà il problema: ma un anno intero è un tempo troppo lungo da trascorrere in attesa.    

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -