Variante di Calabrina, ancora un miraggio

Variante di Calabrina, ancora un miraggio

Foto d'archivio-21

CESENA - Se ne iniziò a parlare nel 2006 ed i residenti continuano a temere nuovi incidenti sulla Cervese cesenate, dove dovrebbe sorgere la variante di Calabrina. Le ultime richieste dei cittadini non hanno ricevuto risposte incoraggianti: dovranno passare probabilmente alcuni anni. In primis il Comune deve attuare degli espropri nell'area sulla quale intervenire. Altro punto saliente il mancato finanziamento dell'opera che verrebbe a costare tra i 7 e gli 8 milioni di euro.

 

Una cifra non semplice da reperire in questi tempi di crisi. Secondo quanto riporta il Corriere Romagna, la variante del Prg, messa a punto nel 2008, per inserire la circonvallazione di Clabrina è stata bocciate in fase di osservazione degli uffici tecnici della Provincia, in quanto, appunto, mancava l'acquisizione di alcune aree. Si riparte dunque da capo con l'iter burocratico.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di mm77
    mm77

    Il problema degli espropri è dovuto al fatto che spesso si è dato il permesso di costruire in maniera disordinata senza seguire un serio Piano Regolatore che tenesse conto della viabilità. Voglio sperare che nella variante che verrà, non siano previsti ostacoli di altro tipo come in quella di Pioppa dove è stata creata una strada che accede ad una nuova zona residenziale. Le varianti vanno fatte per isolare i centri abitati non per raccogliere ulteriore traffico da essi, ma restare libere sin dal loro inizio alla fine , ulteriori nouove abitazioni devobo essere raggiungibili dall'interno del paese non dalla variante

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -