Vendevano medicine contraffatte sul web, denunciati due romagnoli

Vendevano medicine contraffatte sul web, denunciati due romagnoli

Vendevano medicine contraffatte sul web, denunciati due romagnoli

Ha interessato anche la Romagna l'inchiesta della Procura della Repubblica di Catania, che ha bloccato un traffico di medicinali prodotti clandestinamente nell'Est Europa e destinati in Italia attraverso il mercato sul web (anche traverso le amicizie dei social network come per esempio Facebook ed Msn). I Carabinieri hanno denunciato con l'accusa di commercio illegale di farmaci irregolari o contraffatti, privi di autorizzazione e pericolosi per la salute, due romagnoli.

 

Si tratta di due quarantenni, un ravennate ed uno residente nella cesenate. Nel corso dell'inchiesta sono stati sequestrati anche diversi medicinali contraffatti e pericolosi per la salute, come Cialis, Viagra e Levitra. Nei medicinali è stata accertata la presenza di gesso. Tra i prodotti posti sotto sequestro anche anabolizzanti che finivano nelle palestre e persino antivirali usati come vaccini per le patologie influenzali.

 

L'inchiesta ha portato all'arresto di cinque persone e alla denuncia di 206 persone. Gli indagati sono distributori ed acquirenti di Roma, Milano, Catania, Modena e Lecce. In molti casi gli acquirenti erano giovani e anche adolescenti. Tra i clienti anche donne. Le Regioni dove sono stati effettuati i maggiori acquisti sono l'Emilia-Romagna e la Lombardia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -