Vendevano telefonini a San Marino per ottenere rimborsi Iva, scoperta truffa da 1,3 milioni di euro

Vendevano telefonini a San Marino per ottenere rimborsi Iva, scoperta truffa da 1,3 milioni di euro

Foto di repertorio-311

SAN MARINO - Cellulari venduti per milioni di euro da una società bolognese attiva nella vendita al dettaglio di apparecchi audio-video ad aziende di San Marino, per evadere il fisco e aver la meglio sulla concorrenza. E' l'ennesima truffa scoperta dall'Agenzia delle Entrate di Bologna che hanno riscontrato un'evasione di 1,3 milioni di euro sotto forma di indebita detrazione Iva per acquisti inesistenti. Lo schema della truffa è quello della "frode carosello".

 

La società felsinea acquistava i telefonini, in contanti o con assegni bancari non documentati, da aziende che fungevano da "interposti". La stessa "centrale" bolognese rivendeva la merce a imprese con sede nella Repubblica del Titano, che a loro volta la cedevano ai fornitori della società "madre".

 

Un circolo vizioso, basato su uno scambio di merce tra ditte compiacenti, che ha permesso alla società bolognese di vantare un credito Iva nei confronti dell'erario di oltre 650mila euro. I responsabili sono stati denunciati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -