Ventun'anni dopo Ravenna ricorda la tragedia della Mecnavi

Ventun'anni dopo Ravenna ricorda la tragedia della Mecnavi

RAVENNA - A 21 anni di distanza dalla più grande tragedia italiana sul lavoro del dopoguerra, la città di Ravenna ha celebrato giovedì mattina la commemorazione per i morti della Mecnavi. A Palazzo Merlato, in piazza del Popolo a Ravenna, sono state deposte delle corone presso la lapide commemorativa. Si sono poi svolti gli interventi, tra gli altri, del sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, del sindaco di Bertinoro, Nevio Zaccarelli, e dei rappresentanti sindacali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle 12,30, nel ridotto del Teatro Alighieri, si terrà la premiazione del concorso, per le scuole della provincia, “Alleggerirsi il carico”. Seguirà buffet nel bar del teatro.
La giornata del 13 marzo proseguirà alla sera nella Sala 12 del Cinemacity dove verrà proiettato, alle 21, il film “Morire di lavoro” di Daniele Segre. Al termine della proiezione, inserita all’interno della rassegna “Il cinema della realtà” a cura di Fabrizio Varesco, è previsto un dibattito a cui prenderanno parte il regista Daniele Segre e tre segretari generali di Cgil, Cisl e Uil della provincia di Ravenna, rispettivamente Luigi Folegatti, Giorgio Graziani e Riberto Neri. Il dibattito sarà moderato da Luca Pavarotti, caporedattore del CorriereRomagna – Redazione di Ravenna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -