Vini: al Pignoletto Frizzante Colli d�Imola la Gran Medaglia d�oro al Vinitaly

Vini: al Pignoletto Frizzante Colli d’Imola la Gran Medaglia d’oro al Vinitaly

Tris di successi per Gruppo Cevico: il colosso romagnolo torna dal Vinitaly appena concluso con due medaglie e una grande promessa, pronta a conquistare la riviera romagnola. 
Il Pignoletto Colli d'Imola DOC Frizzante 2009, prodotto dal gigante lughese Cevico e vinificato presso lo stabilimento di Imola dell'associata Cantina dei Colli Romagnoli, ha conquistato la più prestigiosa medaglia al Concorso Enologico Internazione del Vinitaly 2010, la Gran Medaglia d'Oro, prendendosi ‘fuoricasa' una grande soddisfazione sui Prosecchi, protagonisti nel settore degli spumanti italiane. 
"Le Bollicine Romagnole sono arrivate al ‘top' del Vinitaly" - commenta il Presidente del Gruppo Cevico Ruenza Santandrea -. "Questo per noi è il riconoscimento concreto di un percorso che stiamo portando avanti da qualche tempo proprio investendo sulle bollicine: sia il Pignoletto che il Vollì, lo spumante che abbiamo appena lanciato nelle versioni Extra Dry e Brut, al Vinitaly hanno riscosso un grande successo". 
Proprio il vino spumante Vollì si prepara a diventare la novità dell'estate 2010, il fresco e frizzante protagonista che accompagnerà le degustazioni e gli aperitivi nei momenti di incontro e di socialità dei frequentatori di ristoranti, locali alla moda e wine bar della riviera romagnola. 
Sempre a Vinitaly 2010, tra i vini rossi, premio con la Gran Menzione per Il Malatesta Sangiovese DOC Romandiola, prodotto dal Cevico e vinificato presso lo stabilimento di Coriano (RN) dell'associata Cantina dei Colli Romagnoli. Questo riconoscimento segue quello ottenuto al Vinitaly 2009 da ‘Il Pavone d'Oro' Sangiovese di Romagna DOC Riserva, sempre di Romandiola (la linea dedicata da Cevico al settore ho.re.ca.), unico sangiovese premiato alla manifestazione.
Come dimostrano i successi ottenuti a Vinitaly il Gruppo coopertativo Cevico, noto per i prodotti dai grandi numeri, si sta sempre più orientando verso prodotti di alta qualità, che hanno attirato l'attenzione dei compratori esteri e degli operatori italiani del settore della ristorazione. 
Qualità e nuovi mercati, ecco la ricetta di Cevico per battere la crisi. "Siamo arrivati al punto di svolta" concorda Gian Alfonso Roda, Presidente dell'Enoteca Regionale dell'Emilia Romagna. "I vini emiliano-romagnoli stanno diventando di moda, sono attuali e adatti  agli stili di vita moderni. I nostri vini, sono importanti, ma senza gradazioni alcoliche elevatissime, perciò ben si prestano ad essere consumati a basse temperature di servizio e troveranno quindi spazio anche nei paesi più caldi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -