Vinitaly, c'è anche San Patrignano

Vinitaly, c'è anche San Patrignano

SAN PATRIGNANO - Per la prima volta da sola al Vinitaly. San Patrignano si reca per la prima volta in solitaria al salone del vino di Verona, giunto alla quarantaquattresima edizione, in programma da fino a lunedì 12 aprile. Non più insieme al Convito di Romagna, ma con uno stand tutto suo (Padiglione E7 stand E9) dove possono trovare ampio spazio tutte le produzioni enologiche della comunità accompagnate tutti i giorni da entrée realizzate dai ragazzi della comunità impegnati nel ristorante ‘Vite'.

 

Aulente rosso 2008, Aulente bianco 2009, Noi 2007, Avi 2005 e 2006, Montepirolo 2005 e 2006, Vie 2008 e 2009 sono le etichette consolidate, ognuna con annata diversa, presentate in questa edizione.

 

A queste produzioni ormai classiche, si aggiungerà la novità dell'anno, Il Paratino 2006. Si tratta di un Cabernet Franc realizzato nel territorio della comunità nel comune di Cecina, di cui sono state prodotte 19.000 bottiglie. Per la prima volta presentato al pubblico, si tratta del terzo cru prodotto in comunità, al fianco di Montepirolo e Avi, anche se, a differenza di questi due, si tratta di un cru toscano e non romagnolo.

 

La cantina di San Patrignano, in cui sono impegnati quotidianamente 50 ragazzi, con l'intera comunità, 1500 persone, che si adopera nel periodo della vendemmia, si arricchisce quindi di una nuova creazione che va a impreziosire la già nutrita schiera di vini. Solo nel 2009 ben 350.000 le bottiglie prodotte, vendute principalmente in Italia, ma anche all'estero, con la Svizzera a farla da padrona.

 

Vino che continua a rivestire una grande rilevanza educativa all'interno della comunità, offrendo tante possibilità di formazione professionale ai ragazzi in percorso per ritrovarsi dopo un passato di tossicodipendenza. Dalla cura delle vigne, alla lavorazione in cantina, all'imbottigliamento, tutte le operazioni sono seguite con la massima cura e attenzione dagli ospiti della comunità. Da non dimenticare i 70 ospiti che ad oggi hanno già conseguito il diploma di sommelier, alcuni dei quali sono rimasti ad operare all'interno della comunità, ad iniziare dal ristorante ‘Vite'.

Proprio la brigata di ‘Vite', fino a domenica 11 aprile, dalle 13.00 alle 15.00, sarà lieta di offrire ai visitatori dello stand di San Patrignano al Vinitaly, aperitivi  ed entrée realizzati con prodotti gastronomici della comunità. Unico limite i 20 posti a disposizione ogni giorno.

Per questo è gradita una conferma della presenza ai seguenti numeri:

 

Piero Prenna 334.60.18.225

Federico Rainero 335.57.80.338

San Patrignano 0541.362.334

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -