Vive con metà cervello ma ha una vita quasi normale

Vive con metà cervello ma ha una vita quasi normale

BRINDISI - Ha una vita quasi normale, ma vive solo con metà cervello. E' il caso di una bambina i due anni che, come hanno riferito sul "New England Journal of Medicine" i ricercatori italiani dell'Irccs E. Medea di Ostuni, "presenta una grande cisti nell'emisfero sinistro, con estensione nei lobi frontale, temporale e occipitale". La piccola  era stata segnalata all'Ircc per difficoltà nell'uso di una mano e nel camminare. Gli esperti l'hanno sottoposta ad una serie di accertamenti.

 

La risonanza magneticaencefalica ha evidenziato "una grande cisti che coinvolge praticamente tutto l'emisfero di sinistra con risparmio esclusivamente del nastro corticale in regione fronto-basale, temporale anteriore e temporale mesiale, talamo e nuclei della base". L'esame di angio-risonanza dell'encefalo e dei vasi al collo ha messo in luce "una brusca, netta riduzione di flusso sia dell'arteria cerebrale media sia dell'arteria cerebrale posteriore di sinistra e coesistente ipoplasia del tratto a1 dell'arteriacerebrale anteriore".

 

In parole "povere" i medici hanno riscontrato un vistoso danno cerebrale, ma nonostante ciò lo sviluppo neurologico "è stato relativamente preservato". Una scoperta che ha lasciato di stucco i medici. Si tratta di "un tipo di ricerca che arriva a volte a un risultato come questo, incredibile sia da un punto di vista scientifico che esistenziale", ha dichiarato Antonio Trabacca, direttore dell'Unita' operativa complessa di Neuroriabilitazione 1 del Polo di Ostuni e responsabile dello studio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -