''Vogliamo un Lido di...Classe'', nuovo corteo anti-prostituzione

''Vogliamo un Lido di...Classe'', nuovo corteo anti-prostituzione

''Vogliamo un Lido di...Classe'', nuovo corteo anti-prostituzione

RAVENNA - "Vogliamo un Lido di...Classe". "Legalità e tranquillità". Residenti, turisti e commercianti, ancora una volta, sono scesi in strada per esprimere il loro disappunto per quelli che definiscono veri e propri "film a luci rosse sotto casa". Lo hanno fatto mercoledì sera, bissando così la protesta del 21 luglio scorso. Un corteo, scortato dalle forze dell'ordine, per dire basta agli atti osceni davanti alle famiglie, ma anche alla violenza e al frastuono notturno.

 

>LE IMMAGINI DEL CORTEO, fotoservizio di Massimo Argnani

 

Sulla questione è intervenuto anche il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, che ha spiegato di aver parlato "con l'amico Giorgini, Presidente della Pro Loco di Lido di Classe. Gli ho detto, e confermo, che condivido le ragioni dei manifestanti e ne apprezzo i toni". "La manifestazione - ha aggiunto il primo cittadino - ha visto la partecipazione di residenti e turisti che chiedono legalità e tranquillità. La prostituzione di strada a Lido di Classe è causa di degrado, provoca problemi di ordine pubblico e mette a repentaglio la serenità delle famiglie".

 

"Mi fa piacere - ha aggiunto - che venga riconosciuto l' impegno delle forze ordine e della Polizia Municipale e i risultati, pur parziali, della mia ordinanza contro la prostituzione. Sulla base delle leggi, l' impegno proseguirà. Il 23 agosto parteciperò all' assemblea di Lido di Classe promossa dalla Pro Loco".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -