Volley A1, anche San Giustino Perugia passeggia al PalaCredito

Volley A1, anche San Giustino Perugia passeggia al PalaCredito

Volley A1, anche San Giustino Perugia passeggia al PalaCredito

Anche la RPA San Giustino Perugia passeggia al PalaCredito vincendo 3 set a 0. Per la Yoga, una battuta d'arresto pesantissima che potrebbe tarpare definitivamente ogni speranza di permanenza di A1 visto che anche la corsa al penultimo posto, utile in chiave ripescaggi, complice la vittoria al tie-break strappata a Roma da Castellana, si fa in salita.Forlì può recriminare sui propri errori (su tutti l'aver lasciato agli ospiti il primo set nonostante esser stata avanti per 22-18).

 

Ma anche su un arbitraggio poco lineare e sulle prove poco edificanti di Kovacevic e soprattutto dell'opposto Falasca (4 punti appena).

 

Primo set - Parte forte Forlì che toccata quota 3 punti a braccetto degli ospiti perugini, con Kovacevic (2) riesce a scrollarsi la Luigi Bacchi trovando un break di 4-1 che fa toccare ai biancoblu il primo time in con buon vantaggio (8-4). La sospensione risveglia gli ospiti che in più occasioni, sfruttando la pericolosità del duo Finazzi-Nikic e pungendo con palle veloci, tentano il riavvicinamento. Arriva anche il -1, 15-14, ma una rasoiata di Falasca rimette Forlì avanti di 4 punti (19-14).

 

La Yoga respinge gli abbordaggi ospiti (fondamentale il centrale Oivanen) e riesce a conservare il gruzzoletto fino al 22-18. A questo punto, invece di mordere la Yoga si spegne forse convinta d'aver il set in tasca. Azioni pasticciate, ricezioni sporche, le poche alternative offensive a Caldeira fanno il resto permettendo a Cester, Nikic e Maric di limare fino ad impattare sul punto 22. Dias la spara sulla rete (23-22) ma Nikic annulla il break di Bovolenta. Ai vantaggi un errore di Kovacevic spiana la strada a San Giustino che la spunta con Finazzi che butta a terra il decisivo 25-27 dopo una serie combattutissima di scambi.

 

Secondo set - Stordita dal finale di set precedente la Yoga rientra sul teraflex contratta e con le idee molto confuse. Falasca, Kovacevic fanno poco o nulla. Fortunatamente San Giustino non ne approfitta, toccando il primo time avanti solo di una lunghezza 7-8 e grazie esclusivamente ai colpi del martello ex, Maric. Sintini (il migliore per Forlì insieme a Oivanen) suona la carica sfornando due punti sopraffini di prima intenzione e tiene a galla i biancoblu: 10-10. Finalmente Kovacevic e Falasca danno segni di vita e tanto basta per confezionare una mini fuga Forlì: 13-10.

 

Tre lunghezze che i romagnoli tengono in sacca coi denti (16-13) facendo pregustare un finale diverso da quello del primo set. L'illusione dura poco ché Maric pareggia (18-18) e Finazzi mura Caldeira per il sorpasso dei rosso-argento (18-19). Perugia s'allontana ulteriormente grazie agli errori di Caldeira in ricezione e Falasca in serata nerissima a far out. Purtroppo a questo punto sono gli arbitri a influenzare l'andamento del set non vedendo prima un 4° tocco poi sul 18-20, una netta invasione sull'asticella degli ospiti. Segue giallo per proteste a Caldeira (18-23) e così pure il secondo set fugge via, stavolta 18-25 su muro di Van Den Drie.

 

Terzo set - Come nel secondo set i primi scambi Forlì li passa a digerire il pessimo finale precedente: 1-5. Il recupero però c'è, la Yoga non crolla: a sostenerla sono Caldeira e Bellei. E' soprattutto l'opposto che in turno di battuta sul'11-13 per gli ospiti, firma tre ace che consentono a Forlì di far suo il time sul 16-15. Maric un po' in ombra torna a dettar legge e il contro break è confezionato: 17-20 su lungo linea di Nikic. Finazzi mura Caldeira (22-21) e pare l'inizio del solito incubo ma Bellei (10 punti nel quarto) risponde colpo su colpo portando il set ai vantaggi (24-24). Nel serrato punto a punto è la sfortuna a chiudere set e gara con Bellei a sparare, sul 26-27, la palla del possibile pareggio sul nastro.

 

Amaro nel finale il tecnico Piero Molducci: "Questa Yoga è una squadra senza mordente; purtroppo questa è la situazione sia di classifica sia di squadra. Andiamo avanti sperando che qualcosa cambi. In ogni caso la lotta alla penultima posizione è aperta."

 

YOGA VOLLEY FORLì 0 RPA-LUIGI BACCHI SAN GIUSTINO 3

PARZIALI - 27-25 (32'), 18-25 (28'), 26-28 (30')
ARBITRI - Genna (Torino) e Satanassi (Ravenna)
YOGA VOLLEY FORLì - Falasca 4, De Pandis (L), Sintini 3, Bacci, Kovacevic 9, Bellei 10, Oivanen 8, Bovolenta 5, Caldeira 12. N.e.: Ricci Petitoni, Olivucci, Diachkov. All. Molducci.
SAN GIUSTINO - Zhukousk, Van Den Dries 2, Dias 10, Giovi (L), Finazzi 10, Nikic 11, Braga, Maric 17, Cester 6, Steuerwald 1. N.e.: Schwarz, Bartoletti. Lo Bianco. All. Zanini.
NOTE - Spettatori 750, 200 circa da Perugia. Forlì: bv 3, bs 13, muri 3; Forlì: bv 3, bs 10, muri 11.

 

Francesco Mazza

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -