Volley A1, Roma troppo forte. Yoga ko 3-1

Volley A1, Roma troppo forte. Yoga ko 3-1

Volley A1, Roma troppo forte. Yoga ko 3-1

ROMA  - Terzo stop per la Yoga Forlì che dopo le big Treviso e Cuneo, nell'anticipo della terza giornata di A1, cade a Roma per 3-1. Come nei due turni precedenti, la squadra di coach Molducci ha lottato, sudandosi anche un meritato successo di set, ma nel momento di raccogliere punti per la classifica, ha patito il crescendo dell'avversario, in questo caso i colpi del tandem italo-cubano Poey-Cisolla. Insomma, una trasferta agrodolce che dovrà motivare l'ambiente.

 

Questo in vista dell'anticipo di sabato sera (ore 18) in casa contro un diretto pretendente alla salvezza come il Castellana Grotte.  Perché a quel punto, tornarsene negli spogliatoi con 0 punti, un "bravo" e una pacca sulle spalle potrebbe già significare metter a rischio la permanenza nella massima serie.

 

LA PARTITA - Avvio di match con leggera prevalenza romana (8-6 al primo time-out tecnico su punto del centrale ceco Lebl) che sfrutta alcune sbavature nel sistema difensivo Yoga. Due punti del naturalizzato Zaytsev aprono il primo strappo del set, 11-8, ma i forlivesi Saitta e Falasca in banda pareggiano subito i conti. Il turno in battuta del martello cubano Poey alimenta la seconda accelerazione di Roma che tocca per prima il secondo time out, 16-14. Ancora Saitta, coinvolgendo il reparto centrale con Oivanen (mentre Falasca resta un po' ai margini), ritrova il contatto (16-16). Ancora Poey, efficacissimo in battuta, e Uriarte puniscono le incertezze offensive romagnola (17-20) materializzando la prima vittoria laziale di set: 25-21.

 

Le difficoltà forlivesi in ricezione proseguono nell'avvio del secondo set e due errori in battuta fanno il resto: 5-3 e la Mezzaroma prova a fuggire. Sono i locali a fare il match, anche in senso negativo: con un paio di pessime giocate Roma scialacqua il vantaggio riportandola Yoga in carreggiata, 8-8. Rinvigorita nello spirito, nonostante l'uscita di scena di Kovacevic per problema ad un polpaccio, Forlì alza la testa. La difesa e soprattutto la ricezione (De Pandis ottimo in questa fase) entrano in ritmo e pure Diachkov, bravo nel guidare l'arrembaggio: 12-15 su ace di Saitta poi 13-17, stavolta su velenosissima battuta del già citato martello ucraino. Roma a questo punto tira i remi in barca, il tris Poey-Cisolla-Uriarte non punge, e Forlì può pareggiare il conto set per 17-25. Il terzo set vede rientra rabbiosamente la MRoma che recuperata verve in battuta, con Poey (2) graffia le canotte avversarie: 5-1.

 

Forlì non molla (6-4) ma Cisolla butta in campo tutta la sua esperienza per arginare il recupero: 8-5 poi 13-10. A metà set, Roma veste i panni migliori (16-12 su bordata da seconda linea di Poey) e con Yosjfov ad alzare la saracinesca a muro, i neroverdi mettono in cassaforte anche il terzo set: 25-20. Il sipario di fatto cala qui: nel quarto parziale la Yoga cerca lo spunto per agguantare il tie-break (e così metter il primo punto in classifica) ma le energie son quelle che sono. Specie sotto rete causa Kovacevic out, Bovolenta grintoso ma non al top, Falasca lontano dalla miglior partita. La Mezzaroma può così chiudere set (25-17) e match in totale scioltezza.

 

Così ha commentato Toni Kovacevic, opposto della Yoga, al termine del match: "Sapevamo che sarebbe stata una partita tosta, ma non ci aspettavamo una Roma così forte. Avevamo studiato bene i nostri avversari ma certe cose che abbiamo visto in campo ci hanno sorpreso. In particolar modo Poey e Cisolla".

 

 

M. ROMA VOLLEY - YOGA FORLI' 3-1

PARZIALI - 25-21 (25'), 17-25 (25'), 25-20 (28'), 25-17 (23')

ARBITRI - Braico di Torino e Rapisarda di Udine.

 

M. ROMA VOLLEY - Poey 23, Zaytsev 9, Paolucci, Lebl 5, Uriarte 2, Cesarini (L), Bencz 1, Yosifov 9, Corsano (L), Cisolla 13. N.e.: Tomatis, Corsini, Saraceni. All. Giani.

 

YOGA FORLI' - Falasca 12, Bacci 1, Diachkov 12, Cuturic 3, De Pandis (L), Saitta 4, Kovacevic 4, Bellei 2, Oivanen 5, Bovolenta 12. N.e.: Olivucci, Ainsworth. All. Molducci.

 

Francesco Mazza

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    Ce la faremo sicuramente, sono fiducioso!

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    beh rubare sempre un set alle grandi del volley che lottano per il titolo è qualcosa...ora arriveranno le partite alla portata...avere un monumento in squadra come bovolenta è un onore

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -