Vulcano, riaperti gli aeroporti al Nord Italia

Vulcano, riaperti gli aeroporti al Nord Italia

Vulcano, riaperti gli aeroporti al Nord Italia

ROMA - Cancellazioni e ritardi per la nuvola di cenere proveniente dall'Islanda. Domenica lo spazio aereo del Nord Italia è rimasto chiuso dalle ore 8 alle 14. Dopo sei ore però il traffico è ripartito. Sono poco meno di 300 i voli cancellati a Milano (194 a Malpensa e 85 a Linate), 35 a Torino Caselle, 55 Bologna, ma anche decine tra Pisa e Firenze, Palermo (14), Bari (9), Catania (27), Genova (14) ed un centinaio quelli bloccati allo scalo di Fiumicino.

 

Funzionamento pieno, invece, per gli scali di Venezia (dove sono atterrati alcuni voli destinati a Malpensa), Trieste, Rimini e Treviso, mentre Verona è rimasta coinvolta dalle limitazioni. Il miglioramento della situazione è stato certificato poco prima delle 14 da Eurocontrol, l'Ente europeo per la sicurezza dei voli, secondo il quale le ceneri persistono ancora nello spazio aereo europeo fino a circa settemila metri di quota.

 

Anche se la nube ora "appare assottigliata ed allungata dal nord Atlantico fino alla Grecia", come precisa il Vaac, "non è escluso che, nella suo spostamento verso Nord e verso Est, possa portare problemi al centro Europa (dalla Francia alla Polonia) ed all'Europa dell'est (dalla Repubblica Ceca fino alla Grecia ed alla Turchia) già a partire da martedì mattina". E il Cnr avverte che tra due giorni le correnti potrebbero spingere nuovamente le ceneri sui cieli d'Italia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -