Week-end di sangue sul Muraglione, tra imprudenza e dissesto della strada

Week-end di sangue sul Muraglione, tra imprudenza e dissesto della strada

Foto di repertorio-252

Strada dissestata, parapetti pericolanti, strada deformata, frana. Di questi cartelli la ss67 è costellata. Dopo i due incidenti mortali verificatisi nel giro di 24 ore, tra venerdì e sabato scorsi, dove hanno perso la vita un 26enne ed un 50enne, la polemica sulle condizione della statale del Muraglione è tornata alla ribalta. Dall'Anas non arrivano i soldi per la manutenzione di questa strada amata dai motociclisti ed estremamente frequentata, soprattutto durante la bella stagione.


> SONDAGGIO: MOTOCICLISTI SUL MURAGLIONE, COSA FARE?

 

Da Portico al Muraglione, circa 18 km di curve, si contano 218 segnali di pericolo. E sicuramente un motivo c'è, visto che venerdì pomeriggio il 26enne Ettore Capacci di Forlimpopoli, è morto a circa 7 km dal passo, schiantandosi contro un fuoristrada. Nemmeno 24 ore dopo, sabato mattina, all'altezza di Bocconi è toccato al 50enne di Castel San Pietro, Moreno Tenan, che ha tamponato un'auto ferma ad un semaforo provvisorio.

 

Dai sindacati di Polizia arriva l'appello sulla chiusura del reparto che sorveglia questa strada: sempre meno agenti e sempre meno controlli per arginare l'imprudenza dei motociclisti. E il sangue sulla statale 67 aumenta.

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di wolfman
    wolfman

    Caro Alighiero...anch'io sono motociclista appassionato, e pure smanettone, come si suol dire in gergo...e ti dico che le affermazioni che tu riporti sono proprie di idioti. Se poi si ritengono motociclisti sportivi affari loro. E sono 18 anni che frequento la SS67 del Muraglione, il bar Giovanni, e via dicendo. Non ho mai sentito nessuno vantarsi di simili cose, cioè..."di andare contromano", perchè allora vuol dire avere le palle e il coraggio. La moto può portare ad "andare oltre" e non è sempre facile avere consapevolezza rispetto a quanto si sta facendo. E' questo il punto, la consapevolezza. Prima ancora della velocità, dei limiti, e di tutte queste cose su cui si spendono fiumi di parole, che spesso scorrono entro argini di ipocrisia politicamente corretta. Argini che costruiscono i benpensanti, spesso profondamente ignoranti e disinformati. Moralismi amorali travestiti da perle di saggezza. E tu Alighiero, sei sempre consapevole quando guidi e quando parli? Sai come sono avvenuti gli ultimi incidenti, la loro dinamica, e se sono effettivamente avvenuti per via dell'alta velocità e perchè i conducenti stavano andando orgogliosi "giù di mano"? Caro Oriano, certe contromisure che tu suggerisci sembran più provenire dal comune di Predappio che dalla vallata del Muraglione! Intendo dire (scherzando) che sono piuttosto...dittatoriali! Immagino tu volessi raccontare una barzelletta o qualcosa del genere!

  • Avatar anonimo di pirpa
    pirpa

    @Oriano: Cioè vorrsti vietare l'ingresso nei comuni alle moto tragate FC o RA e consentirlo a quelle targate BO o MO o RE?!??! Ma stai scherzando!??!? Basterebbe che chi va in moto avesse il polso collegato al cervello e le corse le andasse a fare a Misano!!!

  • Avatar anonimo di Oriano
    Oriano

    pur abitando in vallata, da oltre 20 anni non vedo i Carabinieri di Portico in servizio lungo la 67 nel tratto di pertinenza di quell comune e meno che mai i vigili urbani (c'è l'associazione del servizio con Rocca e Dovadola). Per mettere fine alla strage sarebbe necessario il ricorso a misure drastiche: i sindaci dovrebbero emettere delle ordinanze con le quali vietare l'accesso nei rispettivi territori comunali delle moto di grosso cilindrata con targa romagnola. Circa la tenuta della strada, lo sfacelo e l'incuria sono sotto gli occhi di tutti. Anche qui ci sarebbe da chiedersi se non sia il caso di classificarla come regionale, visti gli interventi di adeguamento e messa in sicurezza attuati nella vallata del Tramazzo (da Tredozio fino al confine provinciale con Ravenna), in quella del Rabbi (S. Zeno Premilcuore) fra Forlimpopoli e Meldola ecc.ecc.

  • Avatar anonimo di Alighiero
    Alighiero

    Superflue sarebbero le frasi di circostanta. Da motociclista appassionato dico: certe affermazioni udite dai motocilisti che si ritengono sportivi ... "poche storie, se vuoi andar forte devi per forza andiare giù di mano" (giù di mano tradotto significa contromano!!) fanno raggelare il sangue. Il risultato è il bollettino che si legge continuamente. altro che strade killer.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -