Win for life e Poker on line fanno male alla salute

Win for life e Poker on line fanno male alla salute

Win for life e Poker on line fanno male alla salute

ROMA - Chi si affida alla ‘Dea Bendata', giocando al Superenalotto, al Win for live o al Poker on line, rischia la salute mentale, "sviluppando dipendenza e mettendo in atto comportamenti ossessivo-compulsivi". E' l'allarme lanciato da Paola Vinciguerra, psicologa e psicoterapeuta, presidente dell'Eurodap (Associazione Europea Disturbi da attacchi ossessivo-compulsivi).


A causa della crisi economica, nel 2009, i guadagni delle aziende che si occupano di giochi on line è incrementato del 40% rispetto all'anno precedente. Ma quello che preoccupa maggiormente la dottoressa è la percezione che si ha dei giochi on line: da un sondaggio condotto su 400 utenti del sito Eurodap è risultato che il 60% considera Win for life "un gioco come un altro"; il 30% lo reputa "eccitante", mentre solo il 10% lo riconosce come un gioco "pericoloso e manipolatorio".

Alla base del successo di questi giochi ci sarebbe quindi una ragione psicologica: la convinzione che vincere sia piuttosto facile. Secondo la Vinciguerra "lo stato di frustrazione e fallimento che la crisi economica sta sviluppando nella popolazione e lo stimolo continuo che riceviamo dalla pubblicità, ha facile presa vista la totale inconsapevolezza della pericolosità di questi giochi che portano alla dipendenza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -