Wine Food Festival, secondo weekend tra piadina romagnola e Sale di Cervia

Wine Food Festival, secondo weekend tra piadina romagnola e Sale di Cervia

Wine Food Festival, secondo weekend tra piadina romagnola e Sale di Cervia

Anche la piadina romagnola fa il suo ingresso ufficiale sulla tavola del Wine Food Festival, il cartellone enogastronomico regionale coordinato dagli Assessorati al turismo e all'agricoltura dell'Emilia Romagna (www.winefoodfestival.it). E' "Piadina Days", l'iniziativa della provincia di Forlì-Cesena per un intero week-end (quello dell'11 e 12 settembre) interamente dedicato al "pane dei romagnoli", con ben 153 eventi sparsi su tutto il territorio provinciale che coinvolgeranno oltre 470 aziende e strutture private.

 

Fedele compagno della piadina è il prosciutto, meglio ancora se di Parma, che al celebre insaccato dedica l'omonimo Festival, che proprio venerdì 10 settembre inaugura la 13a edizione, con laboratori di degustazione, convegni e tavole rotonde, animazioni e spettacoli. Elemento essenziale per la lavorazione e stagionatura del prosciutto è il sale, che ha anche determinato la storia e l'identità di Cervia. La località balneare romagnola dedica al suo "oro bianco" Sapore di Sale, un intero mese di eventi e manifestazioni che raggiungeranno il clou sabato 11, con la "rimessa" del sale, rievocazione di uno dei momenti più importanti dell'anno produttivo della civiltà del sale cervese, in cui i salinari trasportavano il frutto di un anno di duro  lavoro nei "Magazzeni" del sale per stoccarlo e custodirlo. Proseguono anche nel secondo fine settimana di settembre l'Autunno Gastronomico Valtarese, con la Fiera Nazionale del Fungo Porcino ad Albareto (Pr), e il Valtidone Wine Festival, con la tappa, domenica 12 settembre, a Ziano dedicata alla Malvasia. Per ogni appuntamento enogastronomico, il sito www.winefoodfestival.it riporta programmi dettagliati degli eventi, schede informative sui prodotti tipici protagonisti e tutti i pacchetti soggiorno ad hoc, creati appositamente per godersi al meglio non solo le manifestazioni, ma anche i luoghi che le ospitano, tra arte, cultura e natura.

 

Piadina Days: la festa del "pane dei romagnoli"

Un intero fine settimana, sabato 11 e domenica 12 settembre, dedicato alla piadina, alla sua tradizione ed origine e ai suoi "matrimoni di sapore" con i tanti prodotti tipici del territorio romagnolo, dal pesce azzurro allo Squacquerone, passando per il Prosciutto di Mora Romagnola. Nei 27 comuni della provincia di Forlì-Cesena aderenti all'iniziativa, laboratori per imparare a fare la piadina, degustazioni di tutte le sue varianti, gare tra piadinare, spettacoli e intrattenimento. Oltre a poter degustare la piadina nelle sue numerose varianti, nonché assaporare anche i suoi "parenti" più stretti, dalle "cantarelle" (preparazione tipica romagnola fra le più semplici e povere, a base di acqua e farina) alla piadina dolce e fritta, passando per i tortelli alla lastra, i cassoni/crescioni e il "bartolaccio", adulti e bambini si potranno cimentare nella realizzazione pratica della piadina, dall'impasto alla cottura, sotto la guida esperta di vere sfogline. E ancora: visite ad aziende agroalimentari, momenti di spettacolo ed intrattenimento, merende, incontri letterari sulla piadina ed iniziative curiose. Come la piadina da Guinness dei Primati che si realizzerà sabato 11 a Bertinoro (ore 21.30 Piazza della Libertà), una piadina di 4 metri di diametro, ottenuta impastando 100 kg. di farina e 25 kg. di strutto e cotta alla presenza di un notaio del Guinness World Record che avvalorerà il primato. Tra i tanti appuntamenti, a Sogliano sul Rubicone, domenica, verranno offerte piadine cotte direttamente sulle originali teglie di Montetiffi, le teglie in terracotta realizzate ancora oggi artigianalmente e che conferiscono alla piadina un sapore ed un aroma unici, mentre ad Alfero si terrà il "Mattarello d'oro", che vedrà impegnate le donne del paese nella realizzazione della migliore piadina. A Cesenatico, nella Colonia Agip, sabato sera grande concerto della 'Mirko Casadei Beach Band', con la partecipazione straordinaria del padre Raoul, e per tutto il weekend 'Piadina e Saraghina', gustoso matrimonio fra la piadina romagnola e il pesce azzurro dell'Adriatico. Sempre nell'ambito della Piada di settembre, da venerdì a Bellaria Igea Marina (Rimini) ci sarà "La Pis un pò ma tot" che è già alla sua 7a edizione: degustazioni, musica e spettacoli. 

 

A Parma il Festival del Prosciutto

Ricchissimo il calendario delle iniziative: appuntamenti all'insegna della gastronomia, dello spettacolo e della cultura. Percorsi in mountain bike, trekking, serate danzanti, laboratori, convegni a tema gastronomico, iniziative per i bambini con "merenda pane e prosciutto" e tante altre attività. Una vetrina importante per un prodotto italiano di qualità, il cui indotto coinvolge 164 aziende produttrici per un giro d'affari complessivo di 1,7 miliardi di euro. Come di consueto, uno degli eventi principali dell'iniziativa sarà "Finestre Aperte": i prosciuttifici parmensi spalancheranno le porte al pubblico, offrendo la possibilità di assistere al ciclo di lavorazione e di partecipare a degustazioni gratuite. Imperdibile la visita al Museo del Prosciutto e dei Salumi di Parma, realizzato all'interno dell'antico Foro Boario di Langhirano, così come le degustazioni del Prosciutto di Parma in abbinamento ai migliori vini, previste su tutto il territorio, e vecchi e nuovi abbinamenti tra prosciutto e diverse varietà di pane italiano. Numerose le iniziative che animeranno le colline parmensi con cene nei borghi, teatro di strada, bancarelle di prodotti tipici, mostre di pittura e momenti di comicità. La tredicesima edizione del Festival vivrà il suo gran finale nelle piazze di Parma, nelle giornate di venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 settembre. 

 

Cervia dedica un intero mese al suo "oro bianco"

Entra nel suo clou proprio sabato 11, con l'armessa de sel (in dialetto romagnolo la rimessa del sale), "Sapore di Sale", il cartellone di iniziative che Cervia dedica al suo sale dolce (perché povero di Potassio, sale amarognolo) per tutto il mese di settembre. A partire dalle 16.30, nel tratto di canale antistante i Magazzeni, i salinari, nei loro tipici vestiti da lavoro, scaricheranno sulla terraferma con gli antichi strumenti circa 100 q.li di sale dalla "burchiella", l'imbarcazione di ferro a fondo piatto impiegata per percorrere i canali delle saline, per poi distribuirlo in segno benaugurale a cervesi e turisti. Nel mercatino dei sapori sul Porto Canale si potranno acquistare tutti i prodotti ottenuti dal sale, dal Salfiore (il sale di prima raccolta) alla cioccolata al sale di Cervia, passando per i sali da bagno. Sempre sabato, al Club Hotel Dante di Cervia (ore, 9.30) si terrà il convegno "Turismo, Sale e Benessere": considerazioni e approfondimenti sulle peculiarità e le potenzialità della città del sale, promosso dal Parco della Salina di Cervia in collaborazione con Rotary Club Cervia-Cesenatico. Da non perdere poi le visite guidate alla salina naturalistica e produttiva del Centro Visite Salina di Cervia, e quelle alla Salina Camillone, antica salina artigianale, in compagnia dei vecchi salinari. E ancora laboratori del gusto, degustazioni, spettacoli e due originali mostre ospitate nei Magazzini del sale, una su "Saliere d'autore e i Sali dal mondo" e una fotografica dedicata alle suggestive Immagini della salina. I ristoratori locali proporranno per tutto il mese menù a tema con il sale protagonista dei piatti. 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -