Yara, "forse è morta di freddo"

Yara, "forse è morta di freddo"

Yara, "forse è morta di freddo"

BERGAMO - Yara Gambirasio ha dovuto sopportare un'agonia non breve prima di morire nel terreno di Chignolo d'Isola, dove è stata abbandonata ferita. E' il possibile quadro dell'omicidio della tredicenne di Brembate di Sopra. Per avere una certezza bisognerà attendere l'esito degli esami di laboratorio. Il procuratore Massimo Meroni, nella ricostruzione delle cause della morte, non ha escluso che la ragazzina "sia morta di freddo".

 

Chi l'ha portata nel fondo incolto di Chignolo doveva almeno avere qualche conoscenza della zona. Gli inquirenti hanno chiarito che "i due Dna trovati non sono di Yara, dei suoi familiari e di nessuno dei profili in mano alle forze dell'ordine". Quindi si tratta di tracce di sconosciuti. I due segni genetici, un Dna maschile e uno femminile, integri e comparabili, "sono stati trovati su due dita di un guanto che si trovava in una tasca dei vestiti di Yara".

 

Inoltre è stato precisato che nessuna traccia è stata trovata sulla batteria del telefonino. Quanto alle ferite trovate sulla schiena, vicino alla vita e sul margine dei pantaloni, per il procuratore Meroni "non sono segni particolari".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -