Yara Gambirasio, ferite ai polsi e alla schiena

Yara Gambirasio, ferite ai polsi e alla schiena

Yara Gambirasio, ferite ai polsi e alla schiena

TARANTO - Yara Gambirasio potrebbe esser stata uccisa il 26 novembre, giorno della sua scomparsa. E' quanto hanno spiegato gli investigatori. Da una prima ispezione del cadavere in avanzato stato di decomposizione della tredicenne, ha rilevato l'anatomopatologa Cristina Cattaneo, si è potuto accertare che la ragazzina ha subito ferite da arma da taglio alla schiena, al collo e sui polsi prima di morire. Per avere la certezza bisogna attendere l'autopsia programmata per lunedì.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per gli inquirenti "la cautela è d'obbligo", in quanto i segni sui polsi, così come le altre lesioni, non sono necessariamente collegabili a violenze e a tentativi della vittima di difendersi dai suoi aggressori, dato che potrebbero anche essere riconducibili alla lunga esposizione del corpo agli agenti atmosferici e ambientali. Domenica è stato effettuato all'istituto di medicina legale di Milano il riconoscimento del cadavere da parte dei genitori di Yara, Mara e Fulvio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -