Yara Gambirasio, il giallo del sms inviato all'amica

Yara Gambirasio, il giallo del sms inviato all'amica

Yara Gambirasio, il giallo del sms inviato all'amica

BERGAMO - Continuano senza esito le ricerche di Yara Gambirasio, la giovane di 13 anni scomparsa da venerdì scorso da Brembate di Sopra, in provincia di Bergamo. Gli inquirenti stanno analizzando i movimenti del suo cellulare. L'ultimo sms inviato dal cellulare della ragazzina è delle 18.44 del giorno della scomparsa, quattordici minuti dopo esser uscita dal centro sportivo come confermato dalle istruttrici e dalle compagne di danza.

 

Nel sms inviato ad un'amica la ragazzina confermava la sua presenza ad una gara di ginnastica che avrebbe dovuto svolgere domenica. Alle 18.49 il cellulare non ha dato più segnali. L'ultima cella è stata agganciata nel comune di Mapello, ad alcuni chilometri da Brembate. Uno dei cani usati per cercare Yara ha fiutato all'interno del centro sportivo un percorso che la ragazzina potrebbe aver fatto uscendo da una porta d'emergenza della palestra. La strada conduce proprio a Mapello. A quanto pare la strada avrebbe preso la strada opposta a quella che porta verso casa, che si trova a 350 metri dal centro sportivo.

 

Il pubblico ministero Letizia Ruggeri, che ha aperto un'inchiesta per sequestro di persona a carico di ignoti, e i Carabinieri del nucleo investigativo di Bergamo hanno ripercorso il percorso della ragazza. Gli inquirenti hanno inoltre analizzato due computer presenti nell'abitazione della ragazzina. Uno è usato da Yara e dalla sorella, l'altro dalla famiglia.

Gli uomini dell'Arma hanno ascoltato diverse persone. Un giovane che domenica ha affermato di aver visto Yara in compagnia di due uomini è stato denunciato a piede libero per falso ideologico e procurato allarme. Secondo gli inquirenti la versione del ragazzo non ha fondamento. Un'altra testimone ha affermato di aver visto allontanarsi intorno alle 18.45 un furgone bianco nella zona dove è scomparsa la tredicenne.

 

Le ricerche proseguono in tutta la zona. Finora sono stati scandagliati il fiume Brembo e il torrente Lesina, sia a monte che a valle, perlustrando anche le zone intorno alle rive, i pozzi e cascinali abbandonati. Pare che Yara - secondo gli investigatori - non aveva in mente di allontanarsi da casa per tanto tempo. Su Facebook è nato un gruppo per trovare la ragazza, al quale hanno già aderito oltre 1.500 persone.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -