Yara Gambirasio, il mistero del furgone bianco

Yara Gambirasio, il mistero del furgone bianco

Yara Gambirasio, il mistero del furgone bianco

BERGAMO - Nel giallo della scomparsa di Yara Gambirasio, la ginnasta di 13 anni di cui non si hanno notizie da venerdì scorso, è risputato il mistero del furgone bianco. Un testimone, un cliente di un bar di Brembate Sopra (Bergamo), ha inviato una mail alla trasmissione "Chi l'ha visto?" di Rai Tre, riferendo di aver saputo che qualcuno ha visto il veicolo nella zona in cui è scomparsa la ragazzina nelle ore in cui se ne sono perse le tracce.

 

L'uomo ha affermato di aver sentito il gestore del locale raccontare di una persona che, entrato nel bar, avrebbe riferito di aver visto un furgone bianco che saliva e scendeva verso una cava di Colle Pedrino, a Palazzago (Bergamo) la sera della scomparsa della ragazza.

 

Il cliente del bar si chiamerebbe come il 19enne denunciato nei giorni scorsi per procurato allarme dopo aver raccontato in tv, e successivamente smentito, di aver visto Yara insieme a due uomini nei pressi della sua abitazione poco dopo le 18.30, quando insomma la giovane aveva appena lasciato il centro sportivo di via Locatelli. Il furgone bianco era stato segnalato anche da un'altra ragazza nei giorni agli inquirenti, specificando di averlo visto transitare a forte velocità nei pressi del centro sportivo.

 

A "Chi l'ha visto?" ha telefonato anche il titolare della carpenteria che si trova di fronte al cantiere del centro commerciale, dove sia martedì che mercoledì gli inquirenti hanno cercato Yara. L'uomo ha riferito di non essere parente del 19enne denunciato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -