Yara Gambirasio, interrogate due persone. Forse muratori del cantiere di Mapello

Yara Gambirasio, interrogate due persone. Forse muratori del cantiere di Mapello

Yara Gambirasio, interrogate due persone. Forse muratori del cantiere di Mapello

BERGAMO - E' iniziato un altro giorno di indagine e verifiche sulla scomparsa di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate Sopra (Bergamo) di cui non si hanno più notizie dal 26 novembre scorso. Gli inquirenti sembrano aver individuato la pista giusta: sabato hanno fermato un tunisino ed un italiano. Il primo è stato bloccato nella tarda serata mentre si trovava a bordo di un traghetto partito a Genova e diretto a Tangeri. Nulla è trapelato sul secondo uomo.

 

Gli inquirenti mantengono il massimo riserbo. E' ancora presto per definire il ruolo delle due persone, che sono sotto interrogatorio al Comando provinciale dei carabinieri di Bergamo. E' presente anche il pubblico ministero Letizia Ruggeri. Si parla solo di indiscrezioni, ma i due sarebbero impegnati nel cantiere del centro commerciale di Mapello, più volte setacciato nei giorni scorsi con i cani ‘molecolari'.

 

Il provvedimento getta fermo una nuova luce sul mistero della testimonianza del vicino di casa di Yara, il 19enne E.T., che in un primo momento non sarebbe stato creduto. Il giovane aveva raccontato di aver visto Yara in compagnia di due uomini nell'ora presunta del sequestro nei pressi di casa. Il giovane racconta di aver visto la 13enne parlare poco dopo le 18.30, quando Yara era uscita dal centro sportivo, con degli uomini su una Citroen rossa e poi salire con loro e andar via.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -