Yara Gambirasio, si cerca in uno stagno. Il gip si riserva sull'arresto

Yara Gambirasio, si cerca in uno stagno. Il gip si riserva sull'arresto

Yara Gambirasio, si cerca in uno stagno. Il gip si riserva sull'arresto

BERGAMO - Si sono concluse senza esito le ricerche alle fonderie di Ambivere, sul quale si erano puntati gli inquirenti nel corso della tarda mattinata di lunedì. I Vigili del Fuoco hanno invece dragato un invaso d'acqua nei pressi del cantiere edile di Mapello, dove avrebbe lavorato anche il marocchino Mohammed Fikri, fermato sabato sera, e dove si perderebbero le tracce di Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa da Brembate di Sopra il 26 novembre scorso.

 

Al momento non sembra comunque che le ricerche abbiano portato a qualche risultato. Nel carcere di Bergamo si è svolta l'udienza di convalida del fermo con l'interrogatorio del marocchino. L'immigrato, assistito dall'avvocato Roberta Barbieri, ha sempre negato al pubblico ministero Letizia Ruggeri ogni responsabilità della vicenda. Il giudice si è riservato la decisione. Quanto all'ipotesi che nell'inchiesta siano coinvolti anche due italiani non è trapelato nulla.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -