Yara, i frequentatori della palestra nel mirino degli inquirenti

Yara, i frequentatori della palestra nel mirino degli inquirenti

Yara, i frequentatori della palestra nel mirino degli inquirenti

BERGAMO - Nessuna novità di rilievo nelle ricerche della giovanissima Yara Gambiriasio, la ragazza di Brembate scomparsa il 26 novembre scorso mentre era di ritorno dalla palestra che frequentava nel paesino di poche migliaia di anime della provincia di Bergamo. Gli inquirenti stanno setacciando ogni pista che possa avere qualche collegamento con la scomparsa della 13enne sparita nel nulla. Ma il giallo sembra ancora lontano dall'avere una svolta decisiva. E allora gli investigatori stanno setacciando ogni centimetro delle zone coperte da telecamere a circuito chiuso anche della rete autostradale.

 

Gli indizi raccolti fino a questo momento, purtroppo, sono troppo pochi e confusi. L'ipotesi ritorsione è quella più caldeggiata fino a questo momento, visto che il padre di Yara (geometra che lavora in un'impresa del settore edilizia) avrebbe testimoniato in un processo relativo ad una società finita nell'occhio della Dda di Napoli per collegamenti con la malavita organizzata.

 

Adesso si sta battendo la pista dei frequentatori della palestra. Gli inquirenti credono fermamente che chi ha rapito Yara non sia uno sconosciuto ma qualcuno che la ragazza conosceva e del quale, probabilmente, si è fidata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -