Yara, il killer potrebbe aver usato un punteruolo

Yara, il killer potrebbe aver usato un punteruolo

Yara, il killer potrebbe aver usato un punteruolo

BERGAMO - Occorrerà aspettare almeno una settimana prima di avere una risposta certa dall'autopsia sul corpo di Yara Gambirasio. Non si esclude probabile che già all'inizio della prossima settimana l'anatomopatologa che ha eseguito l'autopsia lunedì scorso a Milano, Cristina Cattaneo, fornisca qualche primo risultato preliminare agli investigatori che indagato sul macabro delitto. La tredicenne sarebbe stata uccisa con un'arma da taglio.

 

L'assassino, o gli assassini, avrebbe infierito con quattro colpi alla schiena, una a un polso e la sesta all'altezza del rachide cervicale. Al collo la tredicenne sembra avesse anche dei segni che potrebbero essere compatibili con lo strangolamento. Gli inquirenti ipotizzano che l'arma del delitto possa esser un punteruolo. Mercoledì le forze dell'ordine e l'anatomopatologa Cattaneo hanno effettuato un sopralluogo nel campo incolto di Chignolo d'Isola, dove è stato ritrovato sabato scorso il cadavere di Yara Gambirasio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


La specialista ha prelevato campioni di essenze arboree e di polline, dando anche istruzioni agli inquirenti su alcune fotografie da scattare.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -