Yara, la firma del killer sui vestiti?

Yara, la firma del killer sui vestiti?

Yara, la firma del killer sui vestiti?

BERGAMO - Sui vestiti di Yara potrebbero esserci le tracce del killer. A rilevare gli ultimi particolari sull'inchiesta è un articolo del "Quotidiano nazionale". Qualora sugli abiti della tredicenne, scomparsa il 26 novembre scorso da Brembate di Sopra e trovata senza vita sabato scorso nel campo di Chignolo d'Isola, si trovasse del materiale biologico differente da quello della ragazzina, gli inquirenti potrebbero confrontare i profili genetici già a loro disposizione.

 

La vittima potrebbe esser salita a bordo di un'auto di un suo conoscente. Le avrebbe sollevato gli indumenti che indossava, strappandole gli slip. Quindi l'avrebbe minacciata con un coltello e colpita. Yara avrebbe tentato la fuga, ma l'assassino avrebbe infierito nuovamente colpendola tra le spalle e la nuca con un'arma da taglio. La giovane avrebbe tentato di difendersi disperatamente, ma l'assassino l'ha colpita nuovamente per poi finirla, strangolandola.

 

I primi reperti raccolti nel campo di Chignolo d'Isola al medico Cristina Cattaneo, che lunedì ha eseguito l'autopsia sul corpo di Yara, non coinciderebbero a quelli trovati sul corpo della ragazza. Questo significherebbe che la tredicenne sarebbe stata assassinata nei pressi del luogo, ma non esattamente nel luogo dove è stata trovata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -