Yara, lesioni provocate da due armi. Trovati due Dna

Yara, lesioni provocate da due armi. Trovati due Dna

Yara, lesioni provocate da due armi. Trovati due Dna

BERGAMO - Sarebbero due le armi usate per uccidere Yara Gambirasio: un corpo contundente (una pietra o qualcos'altro che non è stato ancora individuato con certezza) ed una lama. Il delitto potrebbe essere stato commesso da due persone diverse, con un'arma ciascuno, o da una persona sola che prima ha colpito e poi infierito sul corpo con due armi diverse. Non c'è ancora una conferma, ma sul corpo di Yara sarebbe stato trovato il Dna di un uomo e di una donna.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la precisione il Dna è stato isolato sotto le unghie della tredicenne scomparsa da Brembate di Sopra il 26 novembre scorso e trovata morta il 26 febbraio, in un campo alla periferia di Chignolo d'Isola. Secondo indiscrezioni gli inquirenti starebbero per iniziare le prime comparazioni sui profili genetici acquisiti nel corso delle lunghe indagini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -