"Zac" da Cesenatico, l'unico ad aver allenato entrambe le squadre di Torino e Milano

"Zac" da Cesenatico, l'unico ad aver allenato entrambe le squadre di Torino e Milano

"Zac" da Cesenatico, l'unico ad aver allenato entrambe le squadre di Torino e Milano

CESENATICO - Alberto Zaccheroni è il quarantesimo allenatore della storia della Juventus. Il cesenaticense succede a Ciro Ferrara, esonerato dopo gli scarsi risultati ottenuti nelle prime 21 giornate di campionato. La Juventus è infatti ormai fuori da tutti gli obiettivi stagionali visto che è a 16 punti di distacco dall'Inter in campionato, eliminata dalla Champions League e anche dalla coppa Italia. Ai bianconeri restano l'Europa League da conquistare (ex coppa Uefa) e un piazzamento Champions.

 

Alberto Zaccheroni è nato a Meldola il 1° aprile del 1953, e dopo le prime esperienze in squadre di categorie inferiori (Cesenatico, Riccione, Boca San Lazzaro e Baracca Lugo) siede per la sua prima esperienza importante sulla panchina del Venezia dal 1990 al 1993.

 

Da lì passa al Bologna, dove rimane per un solo anno per poi passare al Cosenza fino al 1995. Ed è proprio in Calabria che Zaccheroni si fa conoscere dagli osservatori dell'Udinese, che lo acquistano per riportare la squadra friulana in serie A. E l'obiettivo è subito raggiunto anzi, il "Zac" riesce ad andare addirittura oltre, raggiungendo con i bianconeri il terzo posto in campionato nel 1997-1998, quando ancora però la terza posizione non valeva per la Champions League ma 'solo' per la Coppa Uefa.

 

E' qui che Zaccheroni fa il salto di qualità. Approda sulla panchina del Milan, dove vince uno scudetto incredibile nella stagione 1998-1999 (recupero incredibile sulla Lazio con sette vittorie nelle ultime sette giornate).

 

Qui inizia però il declino dell'allenatore romagnolo: esonerato dai rossoneri nel 2001, viene ingaggiato dalla Lazio dove siete per una stagione. Porta la squadra biancoceleste in coppa Uefa (grazie al famoso 4-2 contro l'Inter nel 5 maggio che costò lo scudetto ai nerazzurri), ma non viene riconfermato. Ed è proprio l'Inter che lo chiama l'anno dopo a sostituire Hector Cuper, ma pure Massimo Moratti, nonostante Zaccheroni porti l'Inter in Champions League, non conferma l'allenatore preferendogli Roberto Mancini.

 

Due anni senza allenare, poi l'ingaggio del Torino, con il quale ottiene discreti risultati all'inizio ma una serie di sconfitte consecutive costringe poi il presidente Urbano Cairo a sostituirlo con Gianni De Biasi.

 

Ora è la volta della Juventus, squadra che gli consente di ottenere un record invidiabile da molti: è l'unico allenatore ad aver allenato entrambe le squadre di Milano e di Torino.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -